Le pagelle di Inter-Roma: Motta instancabile, Menez illumina

di Redazione Commenta


Julio Sergio – 7: Una prova super per il portierino brasiliano. Vola tra i pali ed è sicuro nelle uscite. Incolpevole sulla rete del pareggio interista.
Motta – 7,5: Senza dubbio il migliore in campo. Ottimo in fase difensiva, perfetto in quella offensiva. Suoi i lanci per le azioni più pericolose giallorosse, insuperabile sulla zona bassa del campo. Sulla fascia destra corre avanti e indietro senza fermarsi mai.
Mexes – 7,5: Concentrato e determinato. Ogni palla dalle sue parti la blocca con classe e tranquillità. La sua prova alla Scala del Calcio è ottima. Monumentale.
Andreolli – 6,5: Bravissimo di testa e a difendere gli spazi, ha il difficile compito di marcare Eto’o e non ne esce da sconfitto.
Riise – 7: Buona prova dell’esterno norvegese, sempre attento e concentrato, si destreggia negli anticipi e nelle diagonali difensive. Si rende pericoloso anche in attacco.
Brighi – 7: E’ vivo, lotta e copre tutti gli spazi del centrocampo. Finalmente una prova degna della stagione scorsa.
De Rossi  – s.v. La sua gara finisce al 34′ del primo tempo. Al suo posto Faty – 5,5: Troppo lento per giocare sulla fascia. Il francesino si fa notare quando bisogna distruggere l’azione, ma per far ripartire il gioco in velocità è meglio non contare su di lui. Una prova insufficiente.
Pizarro – 7: Dà tranquillità e velocità alla squadra. Le geometrie giallorosse sembrano funzionare solo con lui in campo. E’ il leader del centrocampo.
Perrotta – 6,5: Pressing alto e corsa sin dal primo minuto, dà respiro al centrocampo giallorosso e le sue incursioni regalano vivacità alla manovra offensiva.
Menez – 7,5: Corre, crossa, salta l’uomo e prova le conclusioni verso lo specchio della porta. Si da’ da fare sulla corsia sinistra. Le sue azioni sono sempre pericolose, fondamentali anche i numerosi falli conquistati. Dal 29esimo s.t. Tonetto – s.v.
Vucinic – 7: Pessimo inizio: liberato da uno splendido passaggio di Menez si fa ipnotizzare da Julio Cesar e sbaglia un’ incredibile occasione. Poi si riscatta con una rete di testa da fuori area. Da li la sua partita (e speriamo la sua stagione) cambia: corre, si muove, fa salire gli uomini controllando la palla e tiene alta la pressione. Dal 23’ s.t. Okaka – 6: Entra e subito si propone in una serpentina tra i difensori nerazzurri. Lotta e fa sentire il suo fisico, ma la sua manovra è troppo statica.
Ranieri – 5,5: La sua squadra impressiona i campioni in carica nel loro stadio. La Roma lotta, corre, è pericolosa e non lascia un millimetro di campo. Qualche dubbio, però, lasciano le sue decisioni sui cambi.
ARTICOLI CORRELATI:
– Ranieri: “Inter fallosa, la mia Roma sempre atterrata”
– Mourinho: “Roma rimaneggiata? Non è un problema mio. All’arbitro piaceva il pari”
– Il tabellino di Inter-Roma
– La classifica della Serie A dopo dodici giornate
– I risultati della dodicesima giornata di Serie A
– De Rossi, frattura dello zigomo: domani l’intervento
– Montali: “Presidente ha deciso di tenere a casa i brasiliani”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>