Luis Enrique riscopre Taddei e Cicinho

di d.spagnoletto Commenta

Sono entrambi brasiliani. Ed entrambi, ognuno per un motivo diverso, sono stati “dimenticati” dai tifosi giallorossi. Uno è Rodrigo Taddei, che nell’ultima stagione ha perso lo smalto delle annate spallettiane e del primo Ranieri. L’altro Cícero João de Cézare, meglio noto come Cicinho, che nella Capitale non hai mai convinto fino in fondo.

Nella prima stagionale di ieri contro il Sud Tirol, il tecnico Luis Enrique li ha schierati titolari in difesa, l’ex Siena a sinistra e l’ex Real Madrid sulla destra.

L’allenatore asturiano ha avuto parole d’elogio sia per il Taddei-terzino “ne ha le caratteristiche, è versatile” sia per Cicinho, che di mestiere fa proprio il ruolo che ha ricoperto ieri “mi piace molto, poi bisogna vedere il suo rendimento in campo”.

Parole che sono risuonate come una musica soave per i due verdeoro, che nei famosi e presunti titolari estivi, figurano al massimo in panchina. Come noto, il ds Walter Sabatini sta cercando due esterni bassi, uno per entrambe le fasce e non è un caso che Luis Enrique abbia provato delle soluzioni interne proprio in quelle posizioni del campo.

Se Taddei dovesse ritrovare la brillantezza perduta potrebbe ricoprire la corsia bassa, anche se il precedente è tutt’altro che rassicurante: Roma-Sampdoria 1-2 in quel 25 aprile 2010 che di fatto mise fine alla ricorsa dello scudetto, anche se per dovere di cronaca in quella partita, Taddei giocò l’ultima parte come terzino destro. Il problema sta nei movimenti difensivi: diagonali e fuorigioco che spesso hanno messo in crisi anche l’esperto Riise.

E’ un esperimento che l’allenatore spagnolo riproporrà per capire se Taddei può occupare quella zona di campo in test più probanti. Test più probanti ai quali verrà sottoposto anche Cicinho, che prima con Spalletti e poi con Ranieri non è mai riuscito a convincere del tutto. Luis Enrique sta provando a rispolverare il sudamericano e tirare fuori le sue qualità migliori. Qualora ci riuscisse, la Roma si ritroverebbe un acquisto in casa, che potrebbe far risparmiare soldi alla dirigenza da investire in altri ruoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>