Le condizioni di Juan mettono fretta alla Roma

di Redazione Commenta

Concentri sul closing, sul mercato e sulla rivoluzione attuata da Luis Enrique, abbiamo perso di vista un giocatore che per la Roma è fondamentale: Juan. Dall’inizio della preparazione, il difensore brasiliano non si é mai allenato con continuità e spesso il problema al tendine rotuleo l’ha costretto al differenziato.

Problema che il verdeoro si porta avanti dalla scorsa stagione. Problema che si riflette sulle scelte di mercato del duo Sabatini-Luis-Enrique, tanto da costringere il tecnico spagnolo a far giocare nel ruolo di centrale difensivo il giovane Antei, lo spaesato Cassetti e altri giocatori non di ruolo.

La classe e la forza di Juan non sono in discussione, semmai lo è la sua effettiva possibilità di riversarle in campo. Con l’insediamento in panchina di Ranieri nel 2009 e una dieta ad personam, Juan sembrava essere rinato, tanto da diventare determinante nella rincorsa allo scudetto 2010 fallita in casa contro la SampdoriaIl 18 agosto la Roma sarà impegnata in Europa League e Juan non ci sarà, dieci giorni dopo inizia il campionato e Juan con ogni probabilità vedrà l’esordio solo da spettatore.

Per questo urge l’acquisto di un difensore, non un rimpiazzo qualsiasi, ma un calciatore su cui fare affidamento, che l’anno prossimo possa raccogliere l’eredità sia del brasiliano che di Burdisso, che ha iniziato la preparazione in ritardo causa l’impegno in coppa America. Non che i due sudamericani saranno venduti, ma loro età (Juan 32, Burdisso 30 anni) consiglia un ringiovanimento del reparto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>