Scelta d’amore: Conti rimane alla Roma

di Redazione Commenta

Bruno Conti rimane alla Roma. Dopo 48 ore di riflessione il campione d’Italia giallorosso ’83 ha deciso di non lasciare Trigoria ed entrare a far parte dei nuovi quadri dirigenziali della società targata Thomas DiBenedetto.

Un passo indietro però, perché Marazico avrà un incarico nel settore giovanile, spogliandosi della vesti di responsabile, che verrà affidato al neo tecnico Luis Enrique. Un passo indietro nella carriera da dirigente, ma un passo in avanti in un rapporto d’amore con la Roma, da cui non è proprio riuscito a staccarsi.

Bruno Conti ha così accettato la proposta del direttore sportivo giallorosso Walter Sabatini, che lo voleva a tutti i costi nella nuova Roma a stelle e strisce. Nuova Roma che sta nascendo un poco alla volta. La costituzione della dirigenza è il primo passo per delineare strategie di gestione e di mercato, settore che interessa molto ai tifosi.

Nella sua carriera di calciatore Bruno Conti ha collezionato 254 presenze in maglia giallorossa, realizzando 33 gol. Prima di vincere lo scudetto nell’’83, si laureò campione del mondo con l’Italia di Bearzot nel mondiale spagnolo del 1982. In quell’occasione Conti venne soprannominato “Marazico”, la sintesi fra la bravura di Maradona e Zico. Sintesi fra la classe brasiliana e la determinazione argentina. Sintesi che ha contributo a far diventare grande la Roma del presidente Dino Viola, che negli Anni 80 ha dato del filo da torcere alla Juventus di Agnelli e Boniperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>