La Roma batte il Palermo grazie ad un grande Francesco Totti

di Alessandro Zarfati Commenta

ROMA (4-3-1-2) : Doni, Cicinho, Mexes, Juan, Riise; Perrotta (9′ st Pizzarro), De Rossi, Brighi, Aquilani (27′ st Taddei) Vucinic, Totti (38′ st Cassetti). A disposizione: Artur, Tonetto, Okaka, Menez.
Allenatore: Spalletti.

PALERMO (4-3-2-1): Amelia; Cassani , Carrozzieri, Bovo, Savini (39′ st Savini), Migliaccio (42′ pt Guana), Liverani, Nocerino (Michedlidze), Simplicio, Bresciano; Cavani. A disposizione: Ujkani, Kjaer, Tedesco, Di Matteo.
Allenatore: Ballardini

ARBITRO: Pierpaoli di Firenze
GUARDALINEE:Rosi e Grilli

MARCATORI: 23′ pt Totti (R), 31′ pt Cavani (P), 46′ pt Brighi (R)

La Roma incassa la decima vittoria all’ Olimpico e batte il Palermo grazie ad una grande prestazione del rientrante Francesco Totti.

Il capitano è stato decisivo per l’impresa della squadra giallorossa firmando il gol del vantaggio e regalando l’assist per il sorpasso siglato da Matteo Brighi. Continua così la corsa degli uomini di Spalletti verso il quarto posto, vanificato solo dal gol in extremis del Genoa a Milano che permette ai liguri di mantenere il vantaggio di un punto in classifica.

Partita gradevole nel primo tempo, spazi abbastanza larghi che permettono alle due squadre di tessere le loro manovre in scioltezza. Al 23′ arriva il gol per la Roma:Totti raccoglie palla dal limite dell’area, prende la mira e spara, la palla leggermente deviata da Carrozzieri finisce alle spalle di Amelia. Torna al gol il capitano dopo 38 giorni dall’ultima apparizione in campionato.

Pochi minuti più tardi arriva il pareggio per gli ospiti: rilancio sbagliato di Doni, Liverani ruba palla e verticalizza di prima intenzione per Cavani il quale di piatto tira ad incrociare per l’uno a uno.

Ma la Roma non ci sta e in chiusura di primo tempo si riporta avanti: pennellata di Totti dalla tre quarti sinistra sul secondo palo dove c’è Brighi che di testa firma la rete del vantaggio

Nella ripresa il Palermo si fa più intraprendente e al 2′ minuto Bresciano spaventa Doni con un doppio tentativo da distanza ravvicinata. A metà del secondo tempo ancora un’iniziativa di Bresciano con un cross dalla sinistra per la testa in area di Michedlidze, il quale coglie in pieno la traversa.

Tre minuti più tardi Vucinic fallisce da due passi a porta praticamente libera il colpo del definitivo KO. Al 37′ una bella iniziativa di De Rossi viene vanificata dallo stesso centrocampista, che una volta saltato anche il portiere preferisce passare invece di assestare il colpo vincente.

Quattro i minuti di recupero dove la Roma tiene saldamente il comando della partita, in attesa della trasferta di Reggio Calabria il prossimo primo febbraio dove riparte l’assalto al quarto posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>