Spalletti: “Totti? Avei preferito parlasse meno”

di Redazione Commenta


Spread the love

 Dal Messaggero:

C’era una volta un giocatore, il capitano della squadra, ricoverato in una clinica della città con una gamba spaccata in due per il calcione assassino di un avversario e un allenatore, il suo allenatore, che trascorreva la notte seduto accanto al letto del suo capitano…. Sembra l’inizio di una favola, invece è pura realtà. Cronaca; anzi, storia. E’ la storia di Francesco Totti e Luciano Spalletti, una volta amici (amici?) per la pelle, oggi nemici (o nemico?) a mezzo stampa. «Ringrazio Totti per i complimenti. Ma se diceva qualcosa di meno quando sono andato via, lo avrei preferito…», le parole di Luciano Spalletti, ieri, a Sky Sport 24. Si riferiva, il tecnico toscano, ai complimenti che via internet Francesco gli ha inviato domenica per la vittoria del campionato russo dello Zenit di Sanpietroburgo. Spalletti è convinto che Totti (che aveva salvato il tecnico dopo Roma-Palermo 1-2, dicembre 2005, e che durante un pranzo da “Checco dello Scapicollo”, presente De Rossi, il 29 maggio 2009, lo aveva invitato a non andar via) abbia in qualche modo inciso sul suo divorzio dalla Roma. O che non abbia fatto molto (niente?) per evitarlo. «Mi dispiace, avrei voluto chiudere la mia carriera con lui in panchina, grazie Luciano», il saluto di Totti poche ore dopo l’addio di Spalletti, primo settembre 2009. Un mese e mezzo dopo, il capitano regalò a Rivista Romanista un’opinione più diffusa sull’argomento. «Spalletti non riusciva più a farsi capire, ormai qualche problema con il gruppo c’era, e le sue dimissioni erano inevitabili. E visti i risultati ottenuti con Ranieri, direi che ne è valsa la pena», le sue parole. «Io sono permaloso e le sue battute mi davano un po’ fastidio. Lui era uno di quelli convinti che io abbia davvero bisogno di essere spronato».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>