La Roma rallenta per Motta, ora si pensa a Frey

di Redazione 1


Spread the love

Si complica la vicenda relativa all’affare Motta. I dirigenti di Roma e Udinese ed il procuratore del difensore Giuseppe Bozzo sono stati protagonisti nella giornata di ieri di un fittissimo scambio di contatti per arrivare ad una degna conclusione.

Questo lo scenario principale: L’Udinese vorrebbe cedere il difensore a titolo definitivo sulla base di sette milioni di euro, per rientrara almeno della cifra spesa per l’acquisto dall’Atalanta. Pradè ha giudicato la richiesta eccessiva ed ha provato a strappare il difensore sulla base del prestito oneroso. L’Udinese anche in questo caso ha fissato il prezzo (cinquecentomila euro subito e 2,5 mln tra un anno), ma la richiesta è tornata al mittente dopo un’attenta analisi (la Roma possiede già Cassetti e Cicinho in quel ruolo).

E’ in questo clima che i dirigenti giallorossi hanno inziato a sondare il terreno per cercare un’alternativa, individuando l’obiettivo in Nicolas Frey, fratello del più celebre Sebastian, difensore del Chievo 25 anni ancora da compiere, prezzo e ingaggio che fanno al caso della Roma. La società di Campedelli ha confermato la disponibilità alla trattativa inserendo nell’affare anche un altro difensore Marco Malagò, ma la prima scelta di Trigoria rimane il francese che oltretutto è anche più giovane.

Nonostante arrivino conferme per l’attuale rosa anche in vista dell’addio di Panucci e l’infortunio di Cassetti, la dirigenza farà di tutto per dare a Spalletti almeno un’alternativa in difesa, ma il tempo stringe: entro la mezzanotte di domenica andranno consegnate le liste ufficiali per la seconda fase della Champions League.


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>