PAGELLE Roma-Cesena: Totti al servizio dei giallorossi, Vucinic l’uomo in meno

di S.D.S. Commenta

Le pagelle di Roma-Cesena:

Julio Sergio 6: Tante minacce, nessun intervento impegnativo. Bogdani lo grazia.
Cassetti 5: Spinge poco e riesce a subire il contropiede in più di una circostanza. Un paio di chiusure apprezzabili, ma anche troppi metri concessi a Giaccherini e a Nagatomo.
Mexes 6: Una leggerezza in fase offensiva per poco non regala una pericolosa ripartenza agli avversari. Per il resto presidia bene la sua zona.
Juan 6,5: Si incolla a Bogdani, non lo fa respirare. Lo anticipa, lo sovrasta di testa. Una sola sbavatura, la Roma la scampa.
Riise 6: Fa un gran lavoro nel primo tempo. Schelotto lo tiene sulle spine, lui, appena può, si riversa in attacco. Cala nella ripresa. Torna pericoloso nel finale.
De Rossi 6: Restituito al cuore del centrocampo, fino alla sostituzione non si risparmia. Talvolta sembra un po’ appannato. Comunque in crescita. Dal 30′ st Brighi s.v.
Pizarro 6: Per un’ora c’è. Si ripresenta all’Olimpico in forma decisamente migliore rispetto alla partita di Supercoppa. Se la Roma stenta ad ingranare non è certo colpa sua. Dribbla e smista. Finché fiato e gambe lo sostengono.
Menez 5,5: Sguscia fra le maglie avversarie e cerca costantemente il suggerimento per il compagno di turno. L’intesa con Totti difetta un po’. Da’ l’impressione di soffrire l’assenza di un attaccante che dia profondità. Dal 19′ st Taddei 6: Centra due palle ghiottissime.
Perrotta 6: Funziona da trequartista. Funziona benino. Cerca l’inserimento di continuo. Ripiega quando perde palla. Non è fortunato su alcuni rimpalli. Dal 33′ st Okaka s.v.
Vucinic 4,5: Manca di cattiveria. Si divora un gol fatto, sciupa alcune aperture interessanti, si coordina male. Soffre psicologicamente quando le cose non girano. Lo scorso anno è stato l’uomo in più. Questa sera quello in meno.
Totti 7: E’ sempre nel vivo dell’azione. Sprigiona tutte le energie che ha. Primi quarantacinque minuti al servizio del compagno più vicino, seconda parte di gara all’arrembaggio di Antonioli. Lotta, tira, smania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>