Roma-Palermo: la storia del match. Ranieri punta Capello

di Redazione Commenta


Roma-Palermo: 144 giorni dopo. Sono passati 5 mesi, infatti, dall’ultima sfida (3-3 il risultato) tra la formazione romana e quella siciliana, 5 mesi in cui è cambiato molto, quasi tutto: ambizioni, posizioni in classifica e risultati. Il 23 settembre scorso le due formazioni lottavano per risalire da una classifica deficitaria, ora questa gara ha il sapore di Champions League. La Roma dovrà mantenere la seconda posizione raggiungendo la vittoria, la sesta consecutiva per tenere lontane le inseguitrici (sperando, magari, anche in un passo falso dell’Inter) ed il Palermo cercherà il successo all’Olimpico per rincorre il quarto posto – ora occupato dal Napoli – che vuol dire sognare da grande. Roma-Palermo: 77 anni dopo. Il primo incontro in assoluto tra le due formazioni, infatti, risale al 16 aprile 1933 (dati relativi ai campionati a girone unico dal 1929/30). Volk al 16esimo del primo tempo ed una doppietta di Eusebio permisero alla Roma di Kovacs di chiudere la prima sfida tra i due club sul 3-0. Il 17 aprile 1949, la punta giallorossa Tontodonati, al terzo minuto di gioco, portò in vantaggio la formazione casalinga. La ripresa si aprì con il raddoppio al primo minuto di gioco sempre ad opera di Tontodonati. La partita si concluse sul risultato di 3-2 a favore dei giallorossi (il terzo gol lo siglò Losi O.). Cinquantasette anni dopo, in tempi più recenti, il 17 dicembre 2006, una doppietta di Mancini ed una doppietta di Totti chiusero l’incontro sul 4-0. Mai più un risultato con così ampio divario tra le due formazioni. Due stagioni fa la Roma raggiunse il successo di misura in una gara storica, ma molto discussa: il 27 gennaio 2008 Mancini decise l’incontro. Una rete discussa: il gol su cross di Taddei da un calcio d’angolo battuto troppo in fretta con la complicità del raccattapalle. Per la Roma fu uno schema “casuale”, per l’ex tecnico palermitano Guidolin invece fu uno schema “studiato” e al limite del regolamento, con conseguente ricorso da parte del presidente Zamparini, successivamente respinto. Ma a rendere quell’incontro storico ci pensò Francesco Totti: sotto gli applausi della Curva Sud il capitano si  prodigò in una spettacolare passerella prima del fischio d’inizio per festeggiare i suoi 200 gol. Risale allo scorso campionato l’ultima vittoria giallorossa: il 29 gennaio 2009 Totti e Brighi chiusero il match sul 2-1, nell’incontro che coronò la 100esima presenza in giallorosso di Alberto Aquilani.
I NUMERI DEL MATCH –
Sono 75 i gol realizzati dalla formazione di Trigoria nei confronti fra le due squadre e 51 quelli del Palermo durante le 43 partite giocate nei campionati a girone unico. Fin qui sono i giallorossi a condurre avendo portato a casa per 21 volte l’intera posta; sono state invece 11 le vittorie della squadra sicula ed 11 i segni X in schedina. Anche nelle 21 gare giocate a Roma i numeri si colorano di giallo e rosso: sono 14, infatti, le vittorie romane contro i 3 successi palermitani; 4 invece sono i pareggi conseguiti. Il bottino di gol delle due squadre è diviso da 21 reti: 42 quello romano e 19 quello del Palermo. L’appuntamento è fissato per sabato pomeriggio, quando alle ore 18,00 l’inno “Roma Roma” introdurrà la sfida che potrebbe portare al ventesimo risultato utile consecutivo giallorosso. Ranieri potrebbe così eguagliare il record di Capello.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>