Milan-Roma 0-0, Andreazzoli: “Rigore su Lamela? Non commento”

di Redazione Commenta


Al termine della partita contro il Milan finita con uno 0-0 che per la Roma significa il pressoché certo addio alla possibilità di accedere all’Europa League attraverso il campionato (ma resta ancora la chance legata alla conquista della coppa Italia contro la Lazio) ai microfoni di Sky Sport il tecnico dei giallorossi Aurelio Andreazzoli ha parlato della gara contro i rossoneri.

Un episodio che avrebbe potuto cambiare la partita è quello di Constant in area?
“Io non ho visto nulla, lo voglio rivedere”.

Adesso rivedendolo?
“E’ una posizione favorevole per il quinto arbitro, è strano non so, rimango dell’opinione di non commentare le azioni di campo che non mi riguardano”.

L’espulsione nel finale di Totti, capitano simbolo di questa squadra, che segnale è il nervosismo in questo momento della stagione?

“Ma non penso che neanche si sia reso conto, c’erano state due tre strattonate”.

Mexes ha accentuato?
“Si sono d’accordo”.

A questo punto resta la partita contro la Lazio e il suo futuro potrebbe decidersi in quella partita lì. Soprattutto Mazzarri potrebbe essere il suo successore?
“Allegri non c’è più. Il mio futuro è alla Roma, abbiamo fatto un ottimo lavoro con i miei collaboratori e speriamo di completarlo con la Coppa Italia, poi la società che mi ha chiamato farà le sue valutazioni”.

Avete fatto molto bene secondo me, forse davanti è mancato qualcosa, Lamela e Totti non erano in giornata, avresti vinto con maggiore qualità?
“Si sono d’accordo, nella prima parte ci è mancata la qualità per chiuderla. Nel secondo tempo non siamo stati bravi in superiorità numerica, la difficoltà nel primo tempo è stata di esprimere la qualità nei momenti importanti, nella scelta del tempo del passaggio. Mi è dispiaciuto per l’espulsione di Muntari perché avrei preferito giocare tutta la partita nelle condizioni del primo tempo perché è propedeutica in vista del 26 Maggio, anche a rischio di perderla contro un grande Milan”.

La difesa ha risolto tutto benissimo, una delle migliori partite in assoluto visto l’avversario. Manca movimento senza palla in avanti. Quando Totti ha la palla se si muovono lui la mette nessuno scattava tranne Marquinho.
“Secondo te io gliel’ho detto? Francesco quando ha la palla tra i piedi c’è il rischio che la passi anche all’arbitro. Noi abbiamo fatto 45 minuti ieri solo di queste cose in allenamento, ma un conto è dire e un conto è fare, avete di nuovo ragione”.

Ci sono 10 punti di differenza tra il Milan e la Roma?
“E’ una domanda difficile, credo di no, credo che possiamo valere il Milan. Noi forse non abbiamo l’identità di squadra ma come valori siamo vicini se non alla pari”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>