Le voci dall’Olimpico. Andreazzoli: “Grande pubblico. Noi ora dobbiamo trovare continuità”. Osvaldo: “Ringrazio i tifosi”

di Antonio Commenta

Queste le dichiarazioni dei protagonisti di Roma-Siena al termine della gara:

AURELIO ANDREAZZOLI

“Dobbiamo continuare a fare come stiamo facendo e alzare la media punti riportandola a un livello accettabile. Dobbiamo interpretare sempre le gare come fatto oggi. Quella col Siena era una sfida che temevo molto, siamo contenti per come l’abbiamo gestita. Non ricordo i dieci minuti finali vissuti in maniera rilassata da tanto tempo. Osvaldo? Succederà che avrà una spinta ulteriore in vista della gara di sabato prossima. Eravamo certi che il pubblico gli avrebbe dato una mano e come sempre non ha tradito. Come avere maggiore continuità? Rispetto alla scorsa settimana abbiamo solo incentivato di più lavoro e determinazione. Abbiamo cercato di fare di più rispetto a quello che facciamo di solito. Noi confidiamo in un fatto certo: abbiamo un gruppo di ragazzi ammirevoli. I numeri dicono che quello della discontinuità è un difetto che dobbiamo colmare. Nella costruzione di un gruppo nuovo si deve fare i conti anche con questo aspetto”.

FRANCESCO TOTTI

“Ci voleva proprio una partita come quella di oggi, era da tempo che mancava una nostra vittoria così netta sul piano del risultato e contro il Siena abbiamo fatto il nostro dovere. Adesso entreremo nel mese decisivo: testa a Firenze da subito perché quello contro i viola sarà uno scontro fondamentale per il nostro finale di stagione. Non mancano molti incontri e vanno affrontati tutti con personalità e spirito di sacrificio”.

DANIEL OSVALDO

“Ringrazio i tifosi, quelli che mi hanno sostenuto oggi nonostante qualche scetticismo nei miei confronti. Ringrazio i tifosi della Roma, quando è così bisogna dirlo, si sono comportati benissimo con me. C’è sempre una parte che mi va ancora contro, tengo a questa maglia, cerco di dimostrarlo. A volte mi riesca, altre no, ma la voglia c’è sempre. La gioia dei tre gol è stata ancora maggiore. Se mi ero prefissato un obiettivo? L’obiettivo è fare il meglio possibile per entrare nelle coppe, oggi sono contento anche per un fatto personale, stavo vivendo un momento negativo, tante cose non sono vere e si è creata questa situazione particolare. Spero che sia tutto un po’ più tranquillo, do sempre il massimo e quando uno gioca con questo ambiente, con la gente che ti appoggia, è più facile quello che fai. Rimangono poche partite, abbiamo bisogno di questo pubblico. Il sostegno dell’allenatore? Grazie a Dio con i miei compagni non ho problemi, tutti mi sostengono, anche oggi erano tutti contenti per me e questo mi dà tantissima soddisfazione, vuol dire che si vede che sono un bravo ragazzo, fa piacere anche il resto. Ringrazio tutti perché mi sono stati vicino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>