Atalanta-Roma 4-1, altra sconfitta in trasferta e il caso De Rossi

di Redazione Commenta


Per il match contro l’Atalanta potremmo riprendere i post scritti dopo Fiorentina-Roma, partita persa per tre a zero lo scorso dicembre.

Anche in quell’occasione Luis Enrique escluse un giocatore per motivi disciplinari: Osvaldo, per la nota vicenda con Lamela a Udine.

Ieri è stata la volta di De Rossi, non schierato per un presunto ritardo nella riunione tecnica prima della gara, che ha portato a dire all’allenatore: “Non parlo di cosa succede nella squadra, nello spogliatoio e nell’albergo. Non ho visto pronto Daniele e se non vedo qualcuno pronto non posso mandarlo in campo”.

Le analogie con quell’incontro sono anche le espulsioni: allora furono mandanti anzitempo negli spogliatoi Juan, Gago e Bojan e ieri Osvaldo e Cassetti.

Analogie che ci sono anche con altre trasferte della Roma. Su tutte quella di Siena, perché a Cagliari almeno qualcosa si era visto. Invece contro gli orobici non si è visto nulla, escluso Borini che è diventato il capocannoniere giallorosso in questa stagione. La squadra è apparsa lontana da quella sperata dall’ambiente, che sognava finalmente la svolta decisiva. Come spesso accade fuori dalle mura amiche, Taddei e compagni sono stati abulici, senza carattere e senza grinta.

Photo credits | Getty Images


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>