Vucinic, altro stop

di Redazione Commenta


Mirko Vucinic ancora ko: il momntenegrino neppure convocato per la sfida tra Roma e Bari. Da Il Romanista:

Non è la prima volta che Mirko Vucinic dice stop nell´immediata vigilia di una partita. Senza andare troppo in là con la memoria, basta tornare indietro di un paio di settimane quando, poche ore prima della partenza per Palermo, il montenegrino fu costretto a rinunciare a causa di un piccolo problema alla caviglia. Salvo poi essere immediatamente disponibile sei giorni dopo per Chievo- Roma dove, su un campo pesantissimo, è stato schierato dal primo minuto. Oppure ad ottobre, alla vigilia, della gara col Basilea quando, a sorpresa, fu escluso dalla lista dei convocati pur essendosi allenato con il gruppo, dopo l´infortunio muscolare rimediato in Nazionale, e provato al fianco di Borriello e Totti in quella che poteva essere la formazione titolare, rimanendo addirittura in campo anche di più rispetto ai compagni. Un caso?

Con ogni probabilità sì, ma questo può essere legato anche al particolare momento che il numero 9 giallorosso sta vivendo: nessun infortunio “diplomatico”, nel senso che il fastidio all´adduttore c´è davvero, così come c´era venerdì, ma Mirko non vuole forzare i tempi. Rischiando, magari, visto anche il freddo, di peggiorare la sua situazione. Con ogni probabilità, se lo stesso fastidio lo avesse avvertito un anno fa, avrebbe provato a stringere i denti, sentendo anche la responsabilità della squadra sulle sue spalle. Quest´anno, per tutta una serie di motivi, non è ancora così. Mirko, tra problemi fisici – accusati anche con la sua Nazionale – e scelte tecniche, si è visto in campo ben poche volte. Nelle 22 gare giocate fino a oggi dalla Roma, Vucinic si è visto soltanto in 13 occasioni, per un totale di 880 minuti. Pochi, soprattutto se paragonati, ad esempio, ai 1470 di Borriello. Proprio l´arrivo dell´ex bomber del Milan ha influito su quella che finora è stata la stagione di Vucinic. Quando Marco arrivò a Roma, in molti si preoccuparono delle ripercussioni su Adriano, ma si sottovalutarono quelle su Vucinic che, la scorsa stagione, complici le molte assenze di Totti e le difficoltà di Toni e Menez era stato il perno dell´attacco giallorosso. Mirko, che dentro Trigoria ha un ottimo rapporto con Totti e non ha mai fatto problemi di nessun tipo all´allenatore, non ha però percepito intorno a sé la stessa fiducia e i numeri non gli stanno dando torto. Le cose però possono cambiare da un momento all´altro: non appena Vucinic tornerà ad essere quell´attaccante decisivo che è stato fino al 16 maggio, Ranieri riprenderà a puntare si di lui. E la Roma tornerà ad avere a disposizione un talento come ce ne sono pochi in Europa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>