Dai Roma, è il momento degli attributi!

di A.B. Commenta


La Roma si appresta ad affrontare un vero e proprio tour de force. I giallorossi infatti domani scenderanno in campo all’Olimpico contro l’Udinese nell’anticipo delle ore 16, poi martedì sempre in casa sono attesi al riscatto: ci si gioca tutto contro l’Arsenal.

Vittoria obbligata per il passaggio ai quarti (con almeno due gol di scarto). Una sfida per volta ha, detto Spalletti nella conferenza stampa della vigilia. Il tecnico si ritrova a fronteggiare diversi problemi di formazione: Totti risente del solito fastidio al ginocchio operato e dopo l’Inter sarà costretto a saltare anche la sfida contro Di Natale e compagni; Baptista è in forte dubbio a causa della febbre alta che solo stamattina ha accennato a diminuire  e non si è mai allenato durante la settimana.

Vucinic invece, non è al meglio per un problema al ginocchio, che si è aggiunto ad un precedente attacco influenzale. Insomma, in avanti è davvero emergenza allo stato puro, tanto che l’unico disponibile e sano sarebbe Vincenzo Montella: chissà che proprio l’aeroplanino non riesca trovare spazio già dall’inizio, cosa  mai accaduta in questa stagione. Per il resto, sicuro titolare De Rossi (furioso per il deferimento del dopo San Siro), ma che mancherà in Champions contro i Gunners per il giallo all’andata che gli è costato la squalifica.

Ristabilito anche Aquilani dopo un mese di sofferenze, ed in attesa di firmare il prolungamento del contratto. Spalletti, alla vigilia del compleanno (domani compie 50 anni) si aspetta un bel regalo dai suoi ragazzi, delusi e furiosi dopo il pari con l’Inter: ci si attende una bella prova di carattere.

I giallorossi vogliono rispondere sul campo anche alle accuse lanciate da Mourinho, conquistando i tre punti che sarebbero di vitale importanza per il proseguo del torneo, nel disperato assalto all’obiettivo minimo: il quarto posto. La formazione è praticamente fatta in alcuni reparti, mentre in avanti potrebbero esserci delle novità. Doni tra i pali; Mexes, Juan, Cicinho (anche lui al rientro, dovrebbe prendere il posto di Motta), Panucci; a centrocampo De Rossi, Aquilani, Pizarro, Taddei e Menez; in attacco Vucinic (?) e Montella (Baptista).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>