Roma, le voci da Firenze. Andreazzoli: “Abbiamo meritato”. Totti: “Spero Osvaldo resti”. Castan: “Siamo forti”

di Antonio Commenta

Al termine della partita con la Fiorentina, alcuni protagonisti giallorossi della sfida del Franchi hanno rilasciato delle dichiarazioni. Di seguito quanto hanno detto:

AURELIO ANDREAZZOLI

“La classifica dopo oggi? Ci fa piacere perché diamo continuità a quello che abbiamo fatto. Abbiamo dato una sistematina alla media punti. Siamo soddisfatti. Abbiamo disputato una gara al cospetto di una squadra importante con le idee chiare. Mi sono divertito a prepararla e a gestirla perché ci sono state mosse da parte sia mia che di Vincenzo. Primo tempo equilibrato. Ripresa in cui la Fiorentina ha messo in campo le sue doti: il palleggio e una fisicità spiccatissima. Abbiamo sofferto. Mi hanno costretto a cambiare sistema di gioco e ci siamo risistemati. Nonostante ciò abbiamo creato tre o quattro contropiedi importanti che potevano premiarci. Alla fine la Fiorentina può recriminare in virtù della buona condotta di gara. Noi abbiamo meritato per come abbiamo saputo soffrire. Il futuro sulla panchina della Roma? Sono stanco di ripetere sempre le stesse cose. Il rammarico è quello di dover verificare che mentre noi ci stiamo impegnando in questo finale di stagione, all’esterno si parla di tutto fuorché degli impegni immediati. Noi però siamo concentratissimi. Queste distrazioni però non danno forza a me e alla squadra. Noi stiamo avendo un comportamento serio. I fatti testimoniano quello che sostengo. La mia conferma? Non ho ascoltato Baldini ma non avevo alcun dubbio del fatto che il direttore generale avesse stima di me. Noi siamo compatti per cercare di ottenere il massimo. La prestazione degli attaccanti? Hanno disputato una buona gara. Sia Totti che Osvaldo hanno cercato di limitare Pizarro anche se è molto difficile riuscirci. De Rossi e Bradley? Loro avevano tre grandi centrocampisti bravi nel palleggio. Loro pensavano a Borja Valero e Aquilani. Goicoechea? Gli ho detto di fare ciò che gli viene meglio. Lui ha una condizione strepitosa e ho cercato di rinfrancarlo”.

FRANCESCO TOTTI

“Per vincere queste partite serve anche la fortuna. Sogno Champions? Il campionato non è ancora finito, noi pensiamo all’Europa League, che il nostro obiettivo stagionale. Osvaldo? Io mi schiero con lui perché è mio amico ed è un campione. La decisione spetta alla società ma noi speriamo che possa rimanere perché giocatori di questa caratura è difficile trovarli“.

MAURO GOICOECHEA

“Sono sorpreso, ma felice di aver avuto la possibilità di giocare di nuovo e di dimostrare di poterlo far bene. Mi dispiace per Lobont, ma penso che stia bene, gli ho parlato. Sono felice per questa vittoria molto importante. La parata su Ljajic? Difficile, per fortuna ho potuto farla e sono contento. I complimenti dei compagni? Mi hanno fatto molto piacere, i miei compagni mi sono stati sempre vicino e questo è molto importante. Dopo la partita vedere i miei compagni avvicinarmisi e parlare è un piacere enorme. In cosa sono migliorato? Penso di essere migliorato in tutti gli aspetti, mi sono allenato sempre per giocare e fare il meglio possibile, sono qua per migliorare e per crescere. Le indicazioni di Andreazzoli? Mi ha detto che devo fare quello che so, che mi sto allenando bene e di pensare a giocare“.

FEDERICO BALZARETTI

“La gestione del match? Primo tempo equilibrato. Secondo in favore loro ma abbiamo saputo soffrire. Il gol di Daniel è stato un premio. Osvaldo? Lui fa la differenza. La Fiorentina? Occasioni grandissime non ne hanno avute a parte i pali presi con tiri dalla distanza. La classifica? Io avevo grandissima fiducia in questa squadra. Io non cambierei nessun nostro giocatore con quelli di altre compagini. Abbiamo saputo anche reagire alle difficoltà nel corso della stagione. E’ mancato un pizzico di continuità in alcune partite soprattutto in casa. Potevamo essere più su. Siamo comunque in corsa per diversi obiettivi per cui non è poi andata così male“.

LEANDRO CASTAN

“Ho sentito dolore ma sapevo di non poter rimanere fuori. Grazie a Dio ho giocato 90 minuti, oggi abbiamo dimostrato di essere forti e che in queste 4 gare che mancano possiamo arrivare più in alto. L’attacco della Fiorentina? Era difficile perché il loro attacco ha giocatori molto buoni e abbiamo lavorato bene con tutti i compagni, complimenti a tutti perché quando fai un buon lavoro non è solo merito della difesa, ma di tutti. Il momento più difficile? Penso che nel primo tempo abbiamo giocato bene, nel secondo tempo la Fiorentina ha attaccato alta, poi è entrato Marcos e con la difesa a tre abbiamo giocato meglio. Complimenti a Osvaldo per il suo gol. I miglioramenti? Tutti hanno fatto un ottimo lavoro, dobbiamo riposarci e pensare al Chievo, per arrivare alla Champions bisogna vincere la prossima gara. L’abbraccio con Goicoechea? Sappiamo che è difficile rientrare dopo tanto tempo in una partita così difficile, lui è importante per noi come Lobont, siamo tutti forti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>