Preparazione Roma: i giallorossi hanno poca benzina nella gambe

di Redazione Commenta


Dal Messaggero:

Guardate la classifica, ma non prendetevela con il verduraio sotto casa o quello di vostra fiducia al mercato di zona. Perchè, è angosciante e triste ricordarlo, abbiamo sentito anche questo da Claudio Ranieri, prima dell’addio: secondo l’allenatore uscente basta chiamare e coinvolgere uno che fa un dignitosissimo mestiere, che vende broccoli e carciofi, per far correre i giocatori della nostra serie A e renderli efficaci per un’intera stagione. Purtroppo il film di questo torneo sta mostrando l’esatto contrario: se la Roma avesse fatto una preparazione atletica almeno decente, tale da garantire fiato ai suoi calciatori o semplicemente da permettere loro di reggere per tutta la gara e non solo per un’ora, adesso sarebbe in zona Champions, in una posizione di assoluta tranquillità. E magari potrebbe addirittura sfidare per il titolo il Milan, già battuto a San Siro e atteso all’Olimpico alla terzultima giornata. Il dato più sconcertante è questo: i giallorossi con la lingua di fuori, pure con Montella domenica scorsa, hanno incassato 24 dei 38 gol nell’ultima mezzora, 19 dei quali fatali per il risultato finale, con 16 punti buttati al vento e quindi persi nella corsa scudetto. Per far capire come questa squadra si ferma spesso sul più bello, aggiungiamo che 6 gol sono stati incassati nella prima mezz’ora e 8 nei secondi trenta minuti. Insomma, dopo un’ora la Roma esce di scena. Perché cammina e si siede. E subentra la paura, quindi incide anche l’aspetto psicologico.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>