L’ira di Pozzo su Isla e il suo agente

di Redazione Commenta


Dal Romanista:

Lui vuole giocare nella Roma, il suo procuratore l’ha ribadito più volte: «Aspetta solo una chiamata». E l’Udinese si infuria. La trattativa per portare in giallorosso il cileno Isla – impegnato oggi pomeriggio contro la Svizzera – ancora prima di entrare nel vivo è già diventata un caso. Come riporta il sito “Ilfriuli.it”, la famiglia Pozzo non avrebbe gradito tutte le dichiarazioni del suo agente, Leo Rodriguez, che ha spiegato in tutte le salse che «Mauricio ha il sogno di giocare la Champions, insieme al suo amico Pizarro». A Udine non credono sia una questione di motivazioni, ma pensano che si tratti solo di un gioco al rialzo e che basterà «un ritocchino all’ingaggio» per trattenere il giocatore. «Il punto è che l’Udinese non vuole cedere il suo jolly difensivo – si legge ancora sul sito – a meno di una offerta clamorosa. La volontà dei Pozzo è di trattenere il giocatore». Peccato che l’Udinese non possa garantirgli una stagione ad alto livello: dopo aver ceduto D’Agostino alla Fiorentina, i friulani punteranno sui giovani per un campionato che avrà come massimo obiettivo la qualificazione in Europa League. Una bella differenza rispetto alla lotta per il vertice che può assicurargli la Roma. Andare allo scontro con i Pozzo, comunque, non conviene: quando le società si vedranno per parlare della comproprietà di Motta, si affronterà anche l’argomento Isla e la volontà del giocatore di venire a Roma potrebbe essere decisiva in questo senso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>