Le pagelle di Roma-Bayern Monaco. Menez, Borriello e Totti: la scintilla, l’esplosione e la conquista

di S.D.S. 1

Le pagelle di Roma-Bayern Monaco:
Julio Sergio 6: La girata di Gomez è lenta, ma velenosissima. Il brasiliano non riesce nel guizzo. Anche sul raddoppio può fare poco.
Cassetti 6: Fino al momento del vantaggio del Bayern si era fatto apprezzare per un paio di chiusure preziose. Una volta subita la beffa è costretto ad aggredire l’out di sua competenza. La costanza dei tedeschi, però, non gli permette di spingere troppo. Così torna ad alzare la guardia, con apprezzabili risultati.
Mexes 5,5: Ingaggia il duello con il terminale tedesco. Il giallo è testimonianza della necessità di ricorrere alle maniere dure. Si fa tagliare fuori dalle azioni che portano ai gol. Ma non è certo l’unico responsabile.
Burdisso 5,5: La difesa gli sfugge di mano. Va in barca assieme ai suoi colleghi, a tratti sembra in balia degli avversari. Le smorfie dell’argentino rivelano ancora una volta che non ci sta ad abbassare la testa. Anche se la sua rabbia, questa volta, non si traduce in energia postitiva.
Riise 6: Per ottanta minuti gira male, il norvegese. Impalpabile quando c’è da spingere, inconsistente quando c’è da contenere. Poi la sgroppata e il traversone che valgono il pari. Così, una notte da cancellare, si trasforma in un ricordo da immortalare.
Brighi 6: Dei centrocampisti è quello che si prodiga di più in fase di contrasto. I rimpalli non lo premiano, la spinta degli avversari lo costringe costantemente sulle sue. Dal 30′ st Totti 7,5: L’allenatore si aggrappa al Capitano per l’arrembaggio finale. L’impatto del “10” è devastante. Lancia Borriello alla conquista del rigore, che poi trasforma con la freddezza del campione. Lo Stadio è ai suoi piedi. A questo punto, Ranieri anche.
De Rossi 7: L’infortunio patito con la Nazionale vale come attenuante per una prestazione a lunghi tratti poco brillante. Viene coinvolto in maniera del tutto fortuita nel raddoppio dei bavaresi. Di rado riesce ad arginare la manovra organizzata da Van Gaal. Eppure è decisivo.
Greco 5: Un bolide dalla distanza cancella il pessimo avvio. Poi torna ad annaspare, fino alla prima bocciatura di Ranieri, che lo lascia negli spogliatoi dopo l’intervallo. Dal 1′ st Simplicio 6,5: Da’ verve al centrocampo. Si riversa davanti, disturba gli avversari. E partecipa meritatamente alla festa.
Menez 7,5: Come dare torto a chi ha pensato al “solito” Menez, quando il francese ha regalato al Bayern il gol del raddoppio. Come contraddire chi sostiene che le scintille della Roma dipendano dai suoi piedi.
Borriello 8: Se Menez è la luce, Marco è l’esplosione. Viene voglia di spolverare paragoni con illustri predecessori. Forse è più giusto iniziare a dire che anche oggi ha giocato da Borriello.
Vucinic 6: Molte accelerazioni si perdono nel nulla. Come le conclusioni, che risultano timide telefonate per l’estremo tedesco. Non è incisivo, d’accordo. Ma sulla sinistra rappresenta una minaccia costante.  Dal 37′ Pizarro sv.
All. Ranieri 7: Il voto è condizionato dall’impresa che compiono i giocatori in campo. A scuola di Van Gaal per un tempo, esce vincitore grazie alle giocate dei suoi campioni. Se la Roma fatica a mettere uomini davanti al portiere avversario, il tecnico ha evidentemente delle responsabilità. Chi legge il calcio con i meri numeri, però, ha il diritto di osannarlo.
Simone Di Segni

Commenti (1)

  1. Ragazzi ma chi ha fatto le pagelle che partita ha visto?
    Cassetti 6? ha fatto un partitone…ribery non l ha saltato una volta e stiamo parlando di una delle piu forti ali del mondo …mexes 5,5? anche mexes ha fatto una buona partita…se poi gomez tocca due palle e vanno dentro non credo sia colpa sua… ahimè De Rossi e Riise complici gli infortuni sono anni luce distanti dalla migliore condizione e ieri si è visto alla grande…goal e assist a parte hanno fatto una gara da 5… volendolo proprio regalare, con svarioni e palle perse incredibili… comunque l’importante è essere riusciti nell’impresa di rimontare alla grande come facevamo l’anno scorso…forza Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>