Lecce-Roma 1-2: le pagelle

di Redazione Commenta

Le pagelle di Lecce-Roma 1-2:

Doni 6,5 – Un miracolo su Corvia non basta per farlo uscire imbattuto dal Via dal Mare. Sul colpo di testa di Giacomazzi non può nulla.
Cassetti 5,5 – Spinge a dovere, ma si divora una palla ghiottissima. Dal 28′ pt Juan 5 – Sbanda e si porta sulla coscienza il mancato anticipo in occasione del pareggio. Gli interventi sbilenchi sono il sintomo dell’insicurezza che negli ultimi tempi lo ha attanagliato.
Mexes 6 – Va di personalità. Le notizie che lo vogliono prossimo a vestire la maglia rossonera non condizionano il suo rendimento. Prova a mettere una pezza sulla leggerezza di Juan, ma non riesce a salvare il risultato..
Burdisso 6 – Adattato al ruolo di terzino destro con l’uscita di Cassetti, si produce in una serie di diagonali utilissime. Gli avversari, non a caso, battezzano la fascia opposta per impensierire i giallorossi.
Riise 5 – Sulla falsariga delle ultime prestazioni: non indovina mai i tempi dell’inserimento, come quelli della chiusura. Predilige giocate semplici. Di per sè non è sbagliato. Ma il norvegese eccede nella banalità.
De Rossi 5,5 – Si macchia di un brutto fallo a metà campo: il cartellino giallo è anche generoso. Dopo un buon primo tempo, cala a vista d’occhio, fino a perdere completamente il controllo del centrocampo.
Pizarro 6,5 – La spaccata della disperazione, con cui salva la porta di Doni nel primo tempo, è l’emblema della devozione alla causa di Montella. Presta la sua mente alle trame della Roma, azzeccando sempre la soluzione giusta. Si impossessa del rigore di Borriello e lo trasforma con tutta la rabbia che ha in corpo.
Taddei 5,5 – Manca di reattività quando Vucinic lo mette di fronte alla porta. Sul piano del della corsa non si tira indietro. Dal 24′ st Brighi 6 – Montella si affida ai suoi polmoni per contenere la rabbia dei padroni di casa. La mossa non produce gli effetti desiderati. Il centrocampista rimedia anche un giallo che non poteva permettersi, essendo diffidato.
Perrotta 5,5 – Si vede poco. Si produce in avanti con il contagocce e in fase di interdizione non è lucido. Nella ripresa sparisce.
Vucinic 6,5 – Asfalta la difesa del Lecce nella prima frazione di gioco, suggerendo la strada del gol ai compagni, fino a spianarsela da solo, per l’ennesimo dispiacere alla sua ex squadra. Con l’intervallo, lascia le altre cartucce negli spogliatoi. Dal 34′ st Menez sv.
Borriello 6 – Lotta sui palloni che gli capitano a tiro, ma non riesce a trovare le misure giuste nel 4-2-3-1. Negli ultimi minuti si ribella all’ennesimo risultato negativo: prima crea il panico nell’area di rigore, poi si conquista il penalty da tre punti. Va elogiata la corsa ad abbracciare Pizarro, dopo il battibecco per l’esecuzione dal dischetto.
Montella 6 – La sostituzione di Vucinic lascia qualche perplessità. Nel complesso continua a pagare la scarsa tenuta atletica dei suoi ragazzi.
Anna Giulia Ruggeri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>