Udinese-Roma 2-0, Luis Enrique e il caso Osvaldo-Lamela

di Redazione Commenta


La sconfitta di Udine ha lasciato in casa Roma segni ben più evidenti dei tre punti lasciati sul terreno di gioco. Dopo una prestazione deludente, la situazione diventa mortificante con Osvaldo, che colpisce Lamela, c’è chi dice con un pugno e chi con uno schiaffo.

Cambia poco la sostanza di una situazione che ha portato ieri Luis Enrique a renderla nota all’esterno, anche se alcune voci erano già circolate.

“Oggi non vi parlerò della partita ma di un episodio grave accaduto venerdì al termine della partita, episodio che voi conoscete benissimo. Quanto è accaduto è grave e intollerabile e merita una punizione esemplare. Osvaldo sarà multato e sospeso per dieci giorni”.

L’accaduto acuisce, semmai ce ne fosse bisogno, una partita giocata molto male dai giallorossi, che non hanno mai dato la sensazione di poter tornare a casa con il bottino pieno. È vero, il match è stato equilibrato per lunghi tratti, ma la Roma ha tirato in porta troppo poco per impensierire gli avversari e acquistare quella sicurezza, che diventa sinonimo di vittoria e punti.

Luis Enrique ha le sue colpe, con Taddei spostato a destra dopo due buone prestazioni sulla sinistra, la scelta di affidarsi a una sola punta per scardinare la difesa meno battuta della serie A fra le mura amiche.

Photo credits | Getty Images


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>