Mercato Roma. La caldissima sessione invernale. Via le riserve per rinforzarsi

di Redazione Commenta


La sessione estiva di mercato non ha portato alla Roma i frutti sperati con gli arrivi, a parametro zero, del jolly di centrocampo Fabio Simplicio e di Adriano, mentre è fallita l’operazione Behrami per la fascia destra. Ora a Trigoria è tempo di riflessioni e di trattative per chiudere, entro gennaio, qualche affare importante con l’obiettivo di portare nella Capitale qualche nome importante.

CESSIONI:

DONI – Rilanciato dalle due partite giocate fra i pali della Roma sembra essere rientrato nei piani di Claudio Ranieri che, deluso dalle bizzarrie di Lobont e scosso dagli infortuni di Julio Sergio, può di nuovo contare sul talento del portierone brasiliano. In ogni caso nelle ultime settimane ai cancelli di Trigoria aveva bussato insistentemente il Malaga, ma a quanto pare con scarsi risultati. Inoltre il procuratore del giocatore proprio al sito Lasignoraingiallorosso.it aveva smentito l’interessamento della squadra iberica con un secco “non so nulla di questa storia”. Tuttavia diverse squadre sembrano essere sulle tracce dell’estremo difensore sudamericano come il Colonia e l’Aston Villa che, però, non hanno ancora formalizzato alcuna offerta al club giallorosso. In ogni caso, se Doni dovesse rimanere, godrebbe della stima di tutti i suoi compagni come testimoniato da Daniele De Rossi al termine di Roma Milan: “Per me e per tutto lo spogliatoio rimane sempre il numero uno”.

LORIA – In estate sembrava possibile un suo “clamoroso” ritorno a Bergamo ma alla fine Loria è rimasto a Roma. L’ultimo sussulto di mercato risale ad una quindicina di giorni fa, quando il nome del centrale era stato accostato al Bari, poi più nulla. Dispiace dirlo, ma per il giocatore in questo momento non ci sono offerte e il suo destino, per ora è ancora legato a quello della Roma. Pazienza.

MEXES – Tasto dolente, se non dolentissimo, quello che riguarda il futuro del difensore francese che sembra sempre più lontano dalla capitale. Infatti “Rugantino” nonostante il suo dichiarato amore per la città non ha ancora rinnovato con la società giallorossa ed a giugno potrebbe liberarsi a parametro zero se non dovesse trovare entro il primo mese del nuovo anno con la società giallorossa oppure non venisse venduto immediatamente. Mexes non ne fa una questione di soldi, ma di prospettive; perciò ecco spuntare in prima battuta e con otto milioni di euro cash il Chelsea di Carlo Ancelotti, suo grande estimatore, che vorrebbe già da gennaio assicurarsi le prestazioni del giocatore transalpino visti gli infortuni di Terry, ed Alex. Per quanto riguarda invece la possibilità di una sua partenza in estate i nomi di grandi club disposti ad offrirgli un lauto contratto si sprecano: Real Madrid, Manchester United, Arsenal, Bayern Monaco, Schalke 04, Liverpool e chi più ne ha più ne metta. La triste ipotesi di un passaggio ad un’altra squadra italiana sarebbe stato escluso dallo stesso giocatore che avrebbe dichiarato amore eterno alla “sua” Roma, ma l’Inter e, soprattutto, il Milan, restano alla finestra…

ANTUNES –  Mentre il suo agente dichiara di avere sulla scrivania diverse offerte provenienti da Spagna e Portogallo, a Trigoria “piange” il fax. In estate addirittura si era paventato un suo traferimento ai greci del Kavala che, proprio sul più bello, si sono accorti di non avere i soldi per garantirgli un buon ingaggio. Peccato.

GRECO – Dovrebbe rimanere alla Roma, ma nessuno da Trigoria si è fatto ancora sentire per il rinnovo del contratto.

CICINHO – In estate Malaga, Alicante ed Atletico Madrid avevano dimostrato un certo interessamento per il veloce terzino destro, ma poi non se ne fece più nulla. Ora il brasiliano, “rispolverato” in più di un’occasione da Ranieri per sostituire Cassetti, sembra essere rientrato nei piani della società, più per mancanza di offerte che per meriti propri. Da segnalare un recentissimo interesse del Napoli. Vedremo…

BRIGHI – In estate si era pensato ad un suo possibile approdo al Genoa, ma Matteo alla fine preferì rimanere a Roma. Ora il centrocampista riminese non sembra più volersi spostare dalla Capitale, come ha anche confermato in più occasioni il suo agente Vanni Puzzolo.

OKAKA – Gli è rimasta l’Inghilterra nel cuore dopo l’esperienza al Fulham, ma la cosa non è reciproca. Purtroppo. Dopo i tentativi di cessione estivi con lo stesso Fulham e West Ham (nell’ambito dell’affare Doni), ora l’attaccante sembra essere già da qualche settimana nel mirino del disastrato Bari. Stefano ha bisogno di giocare con continuità per trovare la forma migliore e l’opzione pugliese sembra proprio fare al caso suo. L’interesse del West Ham e soprattutto del Bologna, però, non sono ancora del tutto svaniti.

JULIO BAPTISTA – La “Bestia” forse parte. Dopo i gran rifiuti estivi ai danni di Galatasaray e Tottenham, stavolta Baptista sembra voler davvero cambiare aria per un “clamoroso” ritorno in Spagna. Infatti il Malaga avrebbe formalizzato un’offerta da ben 3 milioni di euro per l’attaccante brasiliano che si sarebbe convinto a lasciare la Capitale. Nelle ultime ore però, la squadra turca sembrerebbe essere tornata alla carica, insieme all’Aston Villa, ma con scarso successo. Intanto il procuratore del giocatore qualche settimana fa è stato avvistato in quel di Londra. Un’altra possibilità potrebbe essere quella di uno scambio con Sculli del Genoa. Se non vedo non credo.

VUCINIC – Nonostante i proclami dei massimi dirigenti giallorossi le voci di mercato che danno Mirko Vucinic lontano dalla Capitale si sono fatte sempre più insistenti. Per fortuna sono solamente voci. La prima riguarda il Tottenham, che però, è sembrata essere la società che ha fatto gli sforzi maggiori per strappare il “genio” alla Roma. Infatti in estate ed in autunno ci furono dei contatti tra le due squadre, gli Spurs prima tentarono i giallorossi con una offerta da oltre 20 milioni di euro che poi si trasformarono in 15 più Pavlyuchenko. Successivamente si parlò di una sua possibile partenza per Liverpool che avrebbe offerto come contropartita tecnica Fernando Torres. Fantamercato. Infine la pista che vede il montenegrino nel mirino dell’Inter non è del tutto infondata, ma dalla Pinetina non è ancora arrivata alcuna offerta formale.

ACQUISTI

BEHRAMI – Lasciamo perdere la telenovela estiva. Ora Behrami potrebbe davvero passare alla Roma se a Trigoria, grazie alle cessioni delle riserve di lusso, riuscissero a racimolare i 5 milioni di euro che il West Ham chiede per cedere il cartellino del giocatore. Se non si dovesse chiudere in tempi brevissimi, tuttavia, potrebbe scattare un’asta per il giocatore finito nel mirino di Juventus, Fiorentina e Palermo.

SCULLI“Non confermo e non smentisco”. Con queste parole il procuratore di Giuseppe Sculli, Alessandro Moggi, si è espresso in merito ad un possibile interessamento della Roma per il giocatore. Le chances di acquisto sono due: soldi freschi oppure un fantomatico scambio con Julio Baptista. L’opzione preferita dal Genoa appare scontata. In ogni caso bisognerà fare i conti con la supervisione di Unicredit.
Mario Chiapperi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>