Mercato Roma, piace Ansaldi del Rubin Kazan

di Redazione Commenta


Dal Corriere dello Sport:

Presente gli schemi con cui noi giornalisti ipotizziamo, anticipiamo, azzardiamo le formazioni? Bene, se oggi dovessimo fare quello della Roma che verrà, ci sentiremmo in diritto di occupare solo tre caselle più una. Ovvero: Totti intorno al quale sarà comunque costruita la squadra della prossima stagione, Juan e Burdisso (Nicolas), mentre il più uno deve intendersi Daniele De Rossi. C’è l’intenzione di tenere il centrocampista prolungandogli il contratto. Ma prima di qualsiasi altra cosa, si dovrà parlare con il giocatore. E questa sarà la primissima cosa che il nuovo ds Walter Sabatini farà quando si presenterà a Trigoria ( non prima del dodici maggio). Se sarà riscontrata la voglia del giocatore di rimanere, si farà di tutto per prolungargli il contratto. In caso contrario si faranno altre valutazioni. Intorno all’accordo o meno con De Rossi, ruota buona parte del mercato romanista. Mercato dove, peraltro, ci sono delle esigenze imprescindibili: un portiere, due, meglio tre esterni, un difensore centrale, un attaccante.
PORTIERE – Le ultime che arrivano dal mercato, tendono a raffredare un po’ la pista Gigi Buffon che rimane comunque un nome più che gradito. L’alternativa principale è Handanovic dell’Udinese. (…)
ESTERNI – Ne servono un paio difensivi e almeno uno offensivo, lasciando da parte gli attaccanti di fascia. Si potrebbero fare parecchi nomi per quelli bassi, ci limitiamo a due: Cassani e Ansaldi, il primo nazionale italiano, il secondo argentino con passaporto comunitario. Di Cassani sappiamo tutto, Sabatini lo conosce bene dai tempi di Palermo, lo considera nel ruolo un giocatore garantito. Molto meno si sa di Cristian Ansaldi, argentino, venticinque anni da compiere il prossimo settembre, da tre stagioni al Rubin Kazan con cui ha vinto due scudetti, garantendo sempre un buon rendimento. (…)
ATTACCANTE – Totti e poi il resto è tutto da decifrare. Menez è destinato ad andare via, con Vucinic bisognerà parlare e c’è l’intenzione di farlo perché il montenegrino piace tantissimo alla nuova proprietà, Borriello è un autentico quiz. Di sicuro il cartellino del centravanti napoletano sarà riscattato per dieci milioni, come da accordi trovati ( privatamente) nel passato mercato estivo. Ma rimarrà? Ci sentiamo di dire che, con Montella confermato, la risposta sarebbe no. Per il semplice motivo che il giocatore vuole giocare e con Totti al centro del progetto, per lui sarebbe dura. E allora si potrebbero aprire le porte per una cessione che vedrebbe la Juventus (che lo voleva pure un anno fa) in prima fila. In caso di partenza di Borriello, la Roma avrebbe l’esigenza di prendere una prima punta. Un nome che sicuramente piace è Leandro Damiao dell’Internacional di Porto Alegre, costo tra i dodici e i tredici milioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>