Menez: “Sto bene a Roma ma voglio più minuti”. Possibile che basti una bella gara per dimenticarne 37 scialbe?

di A.B. Commenta


Jeremy Menez non è assolutamente contento nemmeno dopo le ultime due reti segnate al Milan e Torino, il suo primo anno nella Roma è stato inferiore alle attese, una lunga serie di infortuni, la difficoltà nel capire il calcio italiano che è diverso da quello francese, i fischi dei tifosi che non l’hanno capito. Insomma il quadro è allarmante, Jeremy ha dei dubbi nel restare a Roma.

“Parlerò con la società perchè io voglio giocare di più. E’ ovvio che se non lo faccio non riesco ad entrare in forma”.

Difficilmente la Roma si lascerà sfuggire l’occasione di parlarne prima con un ragazzo di 22 anni, che comunque ha dimostrato, anche se con enormi pause, di avere delle qualità, velocità tecnica e un sinistro potente, come quello che ha gonfiato la rete di Sereni nella circostanza del pareggio con il Toro. Chiosa finale però che lascia qualche speranza:

“A Roma sto benissimo e vorrei restare ma ripeto voglio avere più spazio, sono giovane e devo giocare, altrimenti mi faccio da parte e me ne torno in Francia“.

Bordeaux, Marsiglia e Lione sarebbero già pronte a prenderlo. La riflessione che sottoponiamo al calciatore Menez, al di là di ogni analisi, è semplice: possibile che una bella prestazione, quale è stata la sua contro il Torino, sia sufficiente ad accantonare le altre prove nelle quali francamente il francese ha fatto ben poco?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>