La Roma programma la prossima stagione

di Redazione Commenta


Spread the love

Il campionato di Serie A è terminato da poche settimane, giocatori e tifosi sono alle prese con gli Europei ma l’attenzione degli appassionati giallorossi è già rivolta alla prossima stagione attorno alla quale, dopo l’arrivo di José Mourinho, crescono le aspettative.

 

Con l’arrivo di Mourinho cambiano le ambizioni dei giallorossi

 

A distanza di 11 anni da quando vinse il Triplete alla guida dell’Inter, José Mourinho torna in Italia e sarà il prossimo allenatore della Roma. Uno dei pochi tecnici in circolazione in grado di gestire la pressione di una piazza calda come Roma e, soprattutto, uno dei pochi vincenti alla ricerca di riscatto. Vincere a Roma avrebbe un sapore particolare e l’entusiasmo scoppiato in città dopo la notizia dell’ingaggio del portoghese lascia intendere quanto grande sia la voglia della tifoseria capitolina di ritornare ai vertici del calcio italiano. Ma quali saranno le scelte del portoghese e quali i giocatori che potranno recitare un ruolo da protagonisti? Nell’attesa di scoprire quale sarà il futuro di Alessandro Florenzi, convocato con l’Italia di Mancini che secondo le scommesse sulla finale degli Europei è una delle favorite per la vittoria della competizione continentale, Mourinho potrà sicuramente fare affidamento su Lorenzo Pellegrini, che invece a causa di un infortunio muscolare alla fine agli Europei non ha preso parte. Resta da sciogliere il nodo centravanti, ma nelle ultime ore si fanno sempre più insistenti le voci che vedono un clamoroso arrivo dello spagnolo Sergio Ramos, in rotta con il Real Madrid dopo aver vinto tutto quello che c’era da vincere.

 

 

Il bilancio dell’ultima stagione

 

Un girone di ritorno da incubo ha pesato enormemente sulla valutazione globale dell’ultima stagione dei giallorossi che, però, per lunghi tratti del campionato avevano lasciato intendere di non essere lontani dalle prime della classe. Poi qualcosa si è inceppato nella macchina di Fonseca che è stato individuato come principale responsabile degli scarsi risultati sportivi ma a cui comunque deve essere riconosciuto il merito di aver portato la Roma alla semifinale di Europa League persa poi contro il Manchester United. A pesare sul rendimento dei lupacchiotti ci sono poi stati i tanti infortuni muscolari che come di consueto hanno impedito all’allenatore di lavorare con serenità e che in più di un’occasione hanno costretto Fonseca a scendere in campo con formazioni improvvisate. La società, in vista del prossimo campionato, non potrà esimersi dall’investire in modo massiccio sul mercato per alzare il livello qualitativo della rosa a disposizione di Mourinho che, con piccoli accorgimenti, potrebbe tornare a recitare un ruolo da protagonista nella nostra Serie A.

 

L’Inter sarà costretta a vendere per risanare i bilanci, la Juventus dovrà fare altrettanto, Atalanta e Milan dovranno essere brave a gestire l’impegno settimanale in Champions League, il Napoli dovrà adattarsi alla nuova filosofia di gioco di Spalletti e la Roma dovrà essere brava a sfruttare al meglio tutte le occasioni che si presenteranno sul proprio cammino nel tentativo di tornare quanto prima nelle posizione che più le competono.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>