Roma, esame Juve superato: “Diciamo ventiquattro-trentesimi”

di Redazione Commenta


Da Il Corriere dello Sport:

Rallentata la rincorsa alle primissime posizioni in una sfida che ci ha lasciato un senso di incompiuto perché davvero si poteva fare il bis contro una Juventus che non è sembrata un ostacolo insormontabile.
RIMPIANTI – Difficile, comunque, metabolizzare in negativo un pareggio sul campo dei bianconeri. Anche se la faccia di Claudio Ranieri nel dopo partita non è quella di un allenatore contento fino in fondo: «Il risultato ci può stare, mi dispiace solo che non abbiamo sfruttato meglio il nostro possesso palla nel corso del primo tempo. Davanti c´è mancata la concretezza, doveva mo e potevamo essere più cinici».


CONCRETEZZA – « Fossimo passati in vantaggio, il corso della partita sarebbe stato diverso. Invece, alla prima occasione la sciata, siamo andati pure sotto. Per fortuna siamo riusciti a pa­reggiare prima dell´intervallo anche perché non meritavamo di essere in svantaggio. Il secondo tempo è stato più equili­brato, un´azione di qua e uno di là. In ogni caso dico che la mia Roma ha superato quest´esame: Il voto? Diciamo ventiquattro-trentesimi» .
LE MOSSE – Nel finale di partita Ranieri ha provato con la carta Marco Borriello, fuori Francesco Totti che, peraltro, stava migliorando con il passare dei minuti. Tornasse indietro, Ranieri, rifarebbe le stesse scelte? « Ho quattro attaccanti, nella rotazione che sto facendo toccava a Borriello rimanere fuori. Ho fiducia per il futuro per ché ho un gruppo sano e forte. Siamo una buona squadra che sa di potersela giocare con tutti. L´importante sarà continua re a lavorare duro. L´arbitro? Avrebbe dovuto usare lo stesso metro sulle ammonizioni, a Menez subito cartellino giallo mentre a Melo no. Una risposta a Blanc? Parlo di calcio. Aquilani? Complimenti alla Juventus per averlo preso».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>