Inter-Roma è già uno spareggio

di Redazione Commenta


Sono state le due grandi deluse della giornata di ieri e sabato prossimo il calendario le metterà una di fronte all’altra. Inter e Roma sono uscite con le ossa rotte dall’esordio in campionato.

La squadra nerazzurra ha perso in casa del Palermo, quella giallorossa, come sappiamo, ha ceduto all’Olimpico contro un Cagliari tutt’altro che irresistibile.

La gara di San Siro appare già come uno spartiacque per le due formazioni che solo fino a un anno e mezzo fa si contendevano lo scudetto.

I problemi della Roma di Luis Enrique ormai sono arcinoti, un possesso palla sterile e una cattiveria sotto porta lontana da quella che dovrebbe avere una squadra di vertice. Non sta meglio Gasperini, che nella gara del Barbera ha fatto storcere il naso alla Milano nerazzurra con scelte cervellotiche.

La rigidità tattica dei due allenatori sta soffocando due rose di livello. Molti giocatori fuori ruolo e altri che si accomodano in panchina in nome di uno schema tattico che se non dovesse funzionare sarebbe un boomerang per entrambi.

Luis Enrique considera Cassetti un centrale e Taddei un terzino, idee che “ben si sposano” con quelle di Gasperini, che ieri ha schierato Zanetti nei tre difensori centrali, escludendo dagli undici titolari Sneijder per far posto a Zarate, di cui la Lazio si è liberata senza indugi. Blasfemie calcistiche che hanno reso amara la domenica delle due squadre, che con problemi simili si apprestano a disputare un match che ha già il sapore del dentro o fuori.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>