Cassetti, l’eroe dell’Olimpico: la gioia nel derby è la terza della sua storia in giallorosso

di Redazione Commenta


Minuti conclusivi della prima frazione del derby capitolino numero 131 da quando il campionato italiano di serie A è passato a girone unico. Mexes, che fino a quel momento era stato uno dei migliori in campo, è costretto a chiedere la sostituzione per via di un problema al collaterale del ginocchio destro. A sostituirlo il numero 77, Marco Cassetti, inizialmente escluso dalla formazione titolare, ma protagonista del derby tutto nel segno della lupa. A dieci minuti dal termine della gara, la svolta: al minuto 77’ Vucinic crossa dal settore destro del manto erboso dell’Olimpico, e con un destro al volo l’esterno giallorosso nato a Brescia trafigge Muslera. Subito dopo il boato e l’esultanza sua e di tutto lo stadio, quello colorato di giallorosso, quello che canta e che vede avvicinarsi la vittoria numero 43 nelle stracittadine (dieci in meno quelle dei biancazzurri, 33, mentre 54 sono i pareggi). I compagni gioiscono con lui per il 157° gol della Roma (per la Lazio sono 126) in 80 anni di derby. Cassetti ha segnato la 28a rete della sua carriera lunga 15 campionati (4 con la Roma): 12 li ha trascorsi in A, 7 nella serie cadetta e 3 in Prima Divisione (l’ex serie C). Quella contro la Lazio è la sua terza gioia in maglia giallorossa in campionato: il 18 aprile 2007 aveva siglato l’1-3 a San Siro contro l’Inter ed un mese più tardi l’1-2 al Barbera contro il Palermo nella gara del 06 maggio 2007. E’ la sua prima esultanza all’Olimpico in maglia giallorossa togliendosi questa soddisfazione sotto la Sud nel giorno più bello per i colori romanisti. In 10 gare con la Lazio sono 4 i successi del laterale lombardo (40%), due i pareggi (20%) e 4 le sconfitte subite (40%). Ma in maglia giallorossa il suo bottino è di 3 vittorie ed una sola sconfitta.
Sono 322 le presenze totali in carriera dell’esterno nato il 29 maggio 1977: 207 solo in serie A, 35 in B e 50 in Prima Divisione; con il gettone di ieri sera ha toccato quota 86 in giallorosso. Cassetti è l’11° giallorosso ad aver segnato nel campionato in corso. L’esterno si aggiunge ai nomi di Totti (9), De Rossi, (4), Vucinic (3), Perrotta (2), Menez, Brighi, Mexes, Riise, Burdisso, Taddei ad una rete per un totale di 25 gol all’attivo, quarto miglior attacco del campionato. Grazie alla vittoria nel derby contro la Lazio, i giallorossi hanno quattro punti in più rispetto lo scorso anno, quando erano 11° a sette punti dalla Champions e a meno tre dalla Lazio. Dodici mesi dopo la Roma si ritrova quinta ad un solo punto dalla Champions e dieci in più dei cugini biancocelesti (che hanno nove punti in meno dello scorso anno) ad uno dalla B.
Con il cartellino rosso subito al 89’, Pizarro è il 2° giallorosso a finire la gara anzitempo: il primo fu Taddei ad Udine al terzo minuto del s.t., quando la Roma si trovava sull’1-1 (la partita si concluse con la vitoria friulana per 2-1). Sono 5, invece, gli avversari espulsi nei match contro i giallorossi: Codrea, Del Vecchio, Ambrosani, De Lucia e Basta.
Dopo 217 giorni la Roma ha chiuso la porta ed è riuscita a terminare una gara senza aver incassato gol. La gara casalinga contro il Chievo del 3 maggio 2009, terminata 0-0, era stata l’ultima gara nella quale la formazione di Trigoria chiuse una partita di campionato con la propria rete inviolata. In tutto 18 match, 14 dei quali nel campionato in corso.
DICONO DI LUI: Il dopo gara di Roma-Lazio è tutto dedicato a lui, all’eroe della serata che ha permesso alla squadra allenata da Claudio Ranieri di portare a sette la striscia positiva: in totale sei vittorie (contro Bologna, Fulham, Bari, Atalanta, Basilea e Lazio) ed un pareggio (contro l’Inter a San Siro). Cassetti ha una dedica particolare per la splendida serata appena trascorsa: “Dedico la rete a mia moglie, che se lo merita”. Al termine della gara, ha ricevuto anche i complimenti da parte del proprio capitano, Francesco Totti che sul proprio sito ufficiale ha voluto ringraziare il match-winner dell’incontro: “Voglio complimentarmi con tutti i miei compagni di squadra, ma proprio tutti, anche quelli che non hanno giocato e un abbraccio particolare lo voglio dare a Marco Cassetti, che questo gol se lo merita tutto, sia come calciatore che come uomo“. Anche Perrotta, nelle interviste del dopo gara, ha voluto unirsi agli altri giallorossi: “Cassetti si merita proprio una serata come questa”. Il tecnico Ranieri non si è tirato indietro: “Cassetti ha fatto una partita bella piena. Ho rivisto il vecchio Cassetti, puntuale in chiusura e propositivo. Non lo avevo mai visto così”. A concludere, il pensiero di Mirko Vucinic: “Quando non giochi bene e segna Cassetti, che non segna spesso, siamo ancora più felici. Ora dobbiamo rimanere tranquilli, pensare partita per partita”. Già, perchè da mercoledì, alla ripresa degli allenamenti, bisognerà preparare al meglio la trasferta di Genova contro la Sampdoria di Antonio Cassano.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>