L’avversario: il Cagliari di Bisoli recupera Daniele Conti

di A.B. Commenta

CAGLIARI-ROMA (seconda giornata serie A 2010/11).
Sabato 11 settembre ore 20.45 – Stadio Sant’Elia.
L’AVVERSARIO. Massimo Cellino e il Cagliari:
legame indissolubile che prosegue su presupposti che conosciamo a menadito da qualche stagione a questa parte. Il patron della squadra sarda, infatti, porta avanti la linea intrapresa da tempo e, senza sperpero di denaro, investe sul club puntando su calciatori di qualità, prospettiva, affidabilità. Uno scenario simile ha consentito alla formazione rossoblu di portare a termine i campionati più recenti centrando senza difficoltà l’obiettivo della permanenza nella massima serie. Tutti necessari, nessuno indispensabile: neppure la schiera di allenatori che si sono succeduti sulla panchina isolana (gli ultimi: da Arrigoni a Giampaolo, da Ballardini a Massimiliano Allegri hanno in comune il fatto che Cagliari abbia poi spalancato i portoni a una carriera luminosa) – nonostante la capacità di mostrare bel gioco e racimolare punti – è riuscita a sfuggire alla legge per cui, l’onore di guidare l’undici rossoblu è una condizione professionale perseguibile fino a prova contraria. La prova contraria, verosimilmente, è esclusivo appannaggio del patron, sbizzarritosi – tra polemiche, differenze di vedute con i tecnici selezionati in precedenza, esoneri – come altri pochi colleghi di A. Dopo la parentesi felice (con epilogo immaginabile: esonero per crisi di risultati quando i sardi erano ormai certi della salvezza) di Massimiliano Allegri, Cellino ha scelto di ripartire da Pier Paolo Bisoli. Ovvero, altro ex calciatore che la maglia isolana – oltre ad averla indossata – l’ha custodita nel cuore. Bisoli, il cui biglietto da visita è stato quello di un campionato di cadetteria indimenticabile alla guida del Cesena (promosso in A), ha accettato senza alcun dubbio.

IL MERCATO. Acquisti e cessioni hanno portato agli innesti di più di un elemento proveniente dalla cadetteria e qualche giovane di A: Nainggolan, centrocampista belga di cui si dice un gran bene, il difensore della Juve Ariaudo e quello del Cesena Dario Biasi, Agazzi (Triestina), Bruno Martignoni (d, Locarno), Gabriele Perrico e Simon Laner (Albinoleffe), Alex Pinardi da Modena (dove ha fatto in tempo a diventare beniamino del tifo), il centrocampista Lazzari a titolo definitivo, Robert Acquafresca – rientrato dopo le infelici esperienze di Bergamo e Genoa. Ceduti Legati (d, Milan), Marzoratti (d, Empoli), Andrea Parola (c, svincolato), Enrico Cotza (c, Alghero), Cristiano Lupatelli (p, Bologna). L’amalgama dei nuovi e dei confermati ha già fruttato il primo punto stagionale sul difficile campo del Palermo (pima giornata: Palermo-Cagliari 0-0): buona partenza nonostante il caso Marchetti, con l’estremo difensore messo temporaneamente fuori rosa per il comportamento (contestato da Cellino) tenuto nel corso del mercato estivo, quando ha tentato in ogni maniera (si è oparlato del suo passaggio alla Roma fino all’ultimo giorno di calciomercato utile) di andare via dall’isola per accasarsi in un club di maggiori ambizioni. Il trasferimento è saltato, per Cellino “nessuno si è fatto avanti“. Bisoli ha tentato di intercedere tra l’estremo e il presidente al fine di appianare le recenti incomprensioni: strada in discesa ma per ora il titolare i ndifesa della porta rossoblu è Agazzi.
CAGLIARI-ROMA. L’ossatura difensiva – Pisano, Canini, Astori – è un punto di forza: abili in chiusiura e arcigni; il centrocampo – con Biondini, Conti, Lazzari, Cossu – è una garanzia. L’attacco si confà di tre pericoli costanti – Matri, Nenè, Acquafresca – ma pecca numericamente di ulteriori ricambi. Pareva che, in occasione deklla sfida casalinga contro i giallorossi, dovessero dare forfait sia Daniele Conti che Agostini ma entrambi hanno recuperato e vengono indicati quali potenziali titolari.
FORMAZIONE CAGLIARI (4-3-1-2): Agazzi; Pisano, Canini, Astori, Ariaudo; Biondini, Conti, Lazzari; Cossu; Matri, Nené. A disposizione: Pelizzoli, Agostini, Biasi, Nainggolan, Pinardi, Ragatzu, Acquafresca. All. Bisoli
Indisponibili: Nessuno. Squalificati: Nessuno. Diffidati: Nessuno
Ballottaggi: Ariaudo-Agostini; Nené-Acquafresca; Lazzari-Nainggolan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>