Cagliari-Roma: scoppia il caso-Mexes

di Redazione Commenta


Cagliari-Roma: mentre la formazione giallorossa si prepara a scendere in campo per il secondo turno di campionato, nella capitale esplode il caso-Mexes. Come riporta Repubblica.it, nel corso della conferenza stampa di ieri il tecnico Claudio Ranieri ha parlato del francese, senza mai nominarlo, facendo riferimento alle dichiarazioni che il giocatore aveva rilasciato dal ritiro della nazionale (“Rischio di giocare poco e non trovare spazio, sto seriamente valutando se rinnovare o meno il contratto”):

MONTALI IN DIFESA –  Per difendere il difensore è intervenuto oggi il coordinatore generale Montali: “Non c’è nessun problema con Mexes  –  ha assicurato all’Equipe il dirigente romanista  –  c’è stato un equivoco, il mister non voleva essere polemico. Non c’è preoccupazione per ciò che ha detto Mexes quando era con la nazionale. Ha sempre dimostrato il suo attaccamento alla Roma”. Una presa di posizione ufficiale per tutelare il gruppo e gli equilibri di squadra a poche ore dall’inizio di una settimana decisiva, con la trasferta di mercoledì  –  la prima di Champions League  –  in casa del Bayern Monaco.
ESCLUSIONE? –  Nonostante le smentite, però, restano i fatti. Contemporaneamente alla dura esternazione di Ranieri è arrivata l’esclusione di Mexes dalla lista dei convocati per Cagliari, ufficialmente per un problema al polpaccio. Di cui, però, nessuno  –  fino alla comunicazione del forfait  –  sapeva nulla. Punizione dopo il “fuoripista” sul rinnovo del contratto? Qualcuno avanza il dubbio, lecito soprattutto perché non sarebbe la prima esclusione “disciplinare” da quando Ranieri è l’allenatore della Roma. Lo scorso anno era successo a Menez quando, proprio dopo Cagliari-Roma, una discussione particolarmente animata del giocatore con Ranieri aveva portato alla sua esclusione dalla gara successiva (con il Chievo). A novembre di un anno fa altra esclusione per motivi disciplinari: in quel caso toccò a Doni restare a guardare da casa la trasferta della Roma a Milano con l’Inter. “Tutti devono sentirsi parte del gruppo, anche chi gioca meno  –  ha ricordato ieri Ranieri  –  se a dicembre questo per qualcuno non sarà successo cercheremo di venderlo”. Messaggio chiaro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>