Bayern-Roma: la sorpresa Adriano

di d.spagnoletto Commenta

 Dal Romanista:

Non ci sono Vucinic e Okaka. C’è Adriano. Solo per fare numero? Chissà. Quando ieri intorno all’ora di pranzo la Roma ha diffuso l’elenco dei convocati per la trasferta con il Bayern Monaco, c’è chi è rimasto sorpreso. In lista figura Adriano Leite Ribeiro. In teoria, il brasiliano doveva tornare a disposizione di Ranieri, e dunque convocabile, per la partita con l’Inter del 25 settembre. A esattamente un mese dall’infortunio che lo aveva fermato tre giorni prima del debutto in campionato con il Cesena. È il 25 agosto. Adriano sente una fitta all’adduttore. «L’attaccante brasiliano – spiega la Roma sul suo sito – ha interrotto l’allenamento verso il termine per una problematica muscolare». Ventiquattrore dopo, gli esami strumentali al Gemelli evidenziano una lesione di primo/secondo grado a carico del muscolo adduttore lungo della coscia destra. Per il rientro ci vogliono, dicono i medici, tra i 30 e i 50 giorni. È una tegola per Ranieri. La Roma decide allora di dirottare tutte le proprie attenzioni sul mercato per cercare un’alternativa altrettanto valida. Una volta individuata in Borriello, la società avvia una delle operazioni di mercato più brillanti della sua storia recente. Risultato: Adriano è ai box, ma Ranieri ha l’opportunità di schierare oggi un’altra prima punta di livello accanto a Totti. Intanto, però, Adriano compie dei passi da giganti sulla strada del pieno recupero. Il brasiliano ieri è tornato a lavorare in gruppo. È tonico, è allegro. Sembra avere bruciato i tempi di recupero. Eppure, qualcuno l’aveva dato già per bollito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>