Roma-L’Aquila, poi il rompete le righe

di Redazione Commenta


Dalla Gazzetta dello Sport

Giugno piovoso, luglio nella media, agosto torrido. L’estate della Roma sarà in linea con il clima, almeno per il mercato: a giugno temperature freddine e poche operazioni, a luglio qualcosa comincerà a muoversi, ad agosto si scatenerà la solita caccia alle offerte last minute. Nel frattempo, si andrà in vacanza, si aspetterà il Mondiale, ci si rivedrà a Brunico, per un’altra grande stagione. Per dirla come il protagonista di Febbre a 90’, inizia il periodo più noioso dell’anno, con intere giornate passate al parco in attesa dei calendari. Saluti. Giovedì la Roma giocherà l’ultima partita della stagione, a L’Aquila contro la squadra locale. Sarà l’occasione di visitare i luoghi colpiti dal terremoto di un anno fa. Per calciatori e staff tecnico, sarà anche il rompete le righe. Al fischio finale, tutti in vacanza. Non i dirigenti, che venerdì si ritroveranno a Trigoria con Ranieri per l’ultimo summit prima della campagna acquisti. Le linee guida del mercato sono state già tracciate nel corso di un incontro di qualche giorno fa. Ranieri ha chiesto tre nuovi innesti (due terzini e un attaccante) e dato il via libera ad alcune cessioni (Doni, Andreolli, Cicinho, Cerci, Julio Baptista), ma non intende fare ulteriori sacrifici. La sua Roma dovrà ripartire da Mexes (soprattutto se non si riuscirà a riscattare Burdisso), De Rossi (ma l’eco delle sirene del Real Madrid è sempre più stordente) e Vucinic (sul quale stanno piombando i club di mezza Europa).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>