Adriano si fa male, De Rossi e Pizarro stringono i denti mentre Borriello sogna il San Paolo. Per la difesa rispunta Savic

di M.C. 1

Claudio Ranieri in vista della partita di Napoli non può dormire sonni tranquillissimi visti i continui grattacapi che lo stanno accompagnando in questi giorni di avvicinamento al match del San Paolo.
Adriano – Non è un momento fortunato, per Adriano. Il brasiliano, durante l’allenamento mattutino, ha subito un colpo alla caviglia sinistra durante un contrasto di gioco con Guillermo Burdisso. Domani l'”Imperatore” dovrà sottoporsi ad alcuni test medici per verificare l’entità del danno. In ogni caso si spera che si tratti solamente di un trauma contusivo – distorsivo, una “forte botta” per capirci, escludendo così lesioni ai legamenti. I controlli si sarebbero dovuti svolgere nell’odierno pomeriggio al “Policlinico Gemelli”, ma un disteso ematoma non ha permesso di effettuare con precisione la risonanza magnetica. I test dovrebbero svolgersi domani in mattinata ma lo staff medico della Roma non eslclude di monitorare la situazione direttamente “in casa” con una semplice ecografia effettuabile all’interno del Fulvio Bernardini.
Acciacchi – Oltre allo squalificato Perrotta da Trigoria fanno sapere che a Napoli Taddei non sarà presente, sebbene le sue condizioni siano in costante miglioramento. L’esterno non è ancora pronto per scendere in campo; infatti anche oggi non ha preso parte ai consueti allenamenti della squadra. Situazione diversa per De Rossi (che ha sentito il riacutizzarsi della botta alla coscia rimediata col Bologna) e Pizarro che nonostante abbiano stretto i denti con Inter e Cluj, saranno arruolabili da Mister Ranieri per l’appuntamento del San Paolo. La loro presenza perciò sembra più che una semplice speranza anche se stamattina i due centrocampisti non si sono allenati sul prato verde effettuando solamente qualche esercizio in palestra.
Stefan Savic – Nel frattempo, una voce di mercato torna a farsi largo. Stefan Savic, difensore centrale montenegrino, classe 1991, in forza al Partizan Belgrado, sarebbe potuto sbarcare nella Capitale nella scorsa estate ad un prezzo davvero competitivo: un milione di euro più il 25% del ricavato di una eventuale prossima cessione. Il procuratore del giocatore, Chai Shen, alla signoraingiallorosso.it ha spiegato di aver avuto un “contatto con la Roma verso la fine dell’ultima sessione di calciomercato. All’epoca il prezzo era contenuto, ora per il suo cartellino il Partizan chiede tra i 6 e i 7 milioni di euro. Vedremo cosa accadrà a gennaio,  anche se adesso l’operazione non è semplicissima”. Il manager ha infine aggiunto che ”su di lui ci sono Bayern Monaco e Arsenal ma soprattutto il Rubin Kazan. Abbiamo rifiutato un offerta importate proprio dei russi, perchè temevamo che da lì sarebbe stato difficile farlo approdare in altri campionati”.
Borriello vede… azzurro – Intanto Marco Borriello, tre gol in un mese, uno ogni 157 minuti, sogna di segnare il quarto gol con la nuova maglia proprio davanti al pubblico della sua città natale: Napoli. Domenica, sugli spalti del San Paolo a seguirlo ci saranno anche la mamma Margherita e i fratelli Fabio e Piergiorgio. “Segnare a Napoli? Magari”, ha risposto ieri ai tifosi lasciando il centro di Trigoria.
Mario Chiapperi

Commenti (1)

  1. ORGOGLIOSO DI ESSERE LUPACCHIOTTO QUASI DALLA NASCITA, FORZA ROMA, SE VOGLIAMO VINCIAMO ANCHE CON RANIERI IN PORTA E CONTI ALLA DESTRA BENDATO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>