Viktoria Plzen-Roma: altra figuraccia. Col Genoa l’ultima spiaggia?

di Daniele Pace Commenta

Viktoria Plzen-Roma

Un’altra partita inguardabile per i giallorossi, questo Viktoria Plzen-Roma di Champions, che sono oramai in piena crisi. Domenica, con il Genoa, potrebbe essere l’ultima di Di Francesco, se la squadra non farà i tre punti e una vittoria convincente.

Stasera la Roma è apparsa la solita, lenta squadra, incapace di tirare in porta. La solita agonia per i tanti tifosi romanisti presenti, che alla fine hanno dato il via ad una meritata contestazione.

La partita

Se il primo tempo è stato da sbadigli, con il solito predominio territoriale romanista, il secondo ci ha consegnato un match più aperto, grazie al Viktoria. Di Francesco rilancia Pastore, impalpabile e ancora fuori forma, risparmia Florenzi e decide di schierare Marcano accanto a Manolas. Lo spagnolo inizia ad assomigliare sempre più a Trotta, che i tifosi dei primi anni 90 ricorderanno come il peggior difensore del decennio.

Marcano è stato sistematicamente saltato dagli avversari, e va venduto il prima possibile. Poi il solito Shick, un passante per caso. Il resto è una squadra svogliata, che doveva dare un segnale, sopo il ritiro, ma che ha fatto capire che la stagione è già conclusa.

Impensabile che la Roma possa passare gli ottavi di Champions, e a questo punto, si possa ancora qualificare in campionato per la massima competizione europea.

Il mister sembra un coniglietto sperduto, e la squadra un gruppo di naufraghi alla deriva. Si pensa sempre che possa reagire, ma l’appuntamento è sempre più rinviato. E i tifosi hanno perso le speranze. Se con il Genoa dovesse andar male, allora potrebbero arrivare le decisioni drastiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>