Tre punti anche a Torino: Osvaldo e Lamela firmano il successo

di Gianluca De Bianchi Commenta


Un segnale forte quello che arriva da Torino, dove la Roma ha superato i padroni di casa con un bell’1-2. Andreazzoli orfano di De Rossi a centrocampo per infortunio, schiera Bradley e Perrotta davanti alla difesa; Dodò prende il posto di Totti che siede in panchina. Titolare anche l’ex Balzaretti che verrà fischiato per tutta la gara.
I giallorossi sembrano avere una verve particolare tanto che vanno vicinissimi al gol con Osvaldo, colpo di testa a lato di poco, e con Lamela che sciupa col destro a due passi dalla porta. Ma il gol arriva al 22′ con Osvaldo che mette dentro di testa un ottimo cross di Balzaretti. L’attaccante, al centro di un vortice di polemiche, torna al gol dopo 77 giorni e viene sommerso dai compagni (Burdisso compreso). Ma il Torino si sveglia con l’ex Cerci che colpisce il palo su punizione. Anche qui il gol non tarda ad arrivare e l’ex laziale Bianchi prima anticipa Burdisso poi è fortunato ad avere il pallone praticamente sotto i piedi e batte Stekelenburg in uscita. Grande esultanza per l’attaccante, al 10° gol stagionale, che si toglie la maglia mostrando i muscoli (verrà ammonito).
Il Torino gioca molto meglio della Roma che è shockata dalla reazione granata. L’ultimo lampo del primo tempo è una conclusione di Lamela su punizione che viene deviata e per poco non beffa Gillet.
La ripresa parte col Torino nettamente più attento e guardingo tanto che la Roma fa molta difficoltà a tirare in porta. Il primo tiro è ancora di Cerci su punizione ma stavolta Stekelenburg con l’ausilio della traversa gli negano ancora la gioia del gol; sulla ribatutta Bianchi spara altissimo.
Ma il gol arriva con Lamela che prende palla si libera e fa partire un sinistro a giro dal limite dell’area che si insacca sotto l’incrocio dei pali. Gol strepitoso del numero 8 giallorosso: per lui tredicesimo centro stagionale. La Roma ora ci crede e ci prova anche Piris ma Gillet è attento. Ci prova anche Totti, entrato al posto di Pjanic infortunatosi alla caviglia, ma Gillet è bravo. Nel finale di gara la Roma rimane in 10 per l’espulsione di Balzaretti ma va comunque vicina al gol con Florenzi in contropiede. Lo stesso Florenzi si rende protagonista salvando il risultato togliendo il pallone dalla linea con Stekelenburg ormai battuto su un tiro di D’Ambrosio.
Finale giallorosso con la Roma che conquista i 3 punti che gli permettono di agganciare quota 51 punti.

Gianluca De Bianchi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>