Trasferte Roma: numeri da retrocessione

di Redazione Commenta


Da Il Messaggero:

Il rendimento in trasferta, con 15 gol subiti, resta da zona retrocessione. La Roma proprio a Verona conquistò l´ultimo successo esterno, nella giornata conclusiva del torneo scorso, il 16 maggio. Su un terreno orribile, 3 partite in 5 giorni sono troppe, conferma i limiti mostrati sin qui, per primo quello della preparazione atletica che non dà garanzie. L´azzardo di Ranieri è nella formazione di partenza. Fa una certa impressione vedere la panchina giallorossa con Lobont, Cicinho, Pizarro, Taddei, Menez, Totti e Borriello e i relativi stipendi dei sette calciatori per un totale, al lordo, di circa 35 milioni […] la sorpresa piacevole è Adriano, mentre l´elemento chiave diventa Simplicio che, riportato nel suo ruolo preferito, da trequartista, realizza una doppietta, la prima in giallorosso e la terza in serie A. In attacco, accanto a Vucinic, c´è Adriano per la prima volta titolare. Fin qui il brasiliano aveva giocato 135 minuti, solo 66 in campionato.

Nel primo tempo l´Imperatore fa un discreto lavoro, permettendo ai compagni di salire e dialogando bene sia con Vucinic che con Simplicio. In un paio di occasioni va vicino al gol, ma soprattutto entra nelle azioni delle due reti del connazionale. Al ventiseiesimo, su punizione di De Rossi, disturba Cesar e permette a Simplicio di controllare in palleggio in mezzo all´area, superando Rigoni, e di firmare in acrobazia il vantaggio giallorosso; al quarantacinquesimo, smistando di classe per Cassetti, bravo a sovrapporsi a destra per l´assist del raddoppio, con Simplicio in anticipo su Andreolli e in fuorigioco millimetrico, mezza spalla, prima del tocco decisivo di sinistro. La difesa della Roma per un tempo non sbanda, ma il motivo è semplice: De Rossi torna a far da schermo al reparto, mentre da intermedi giocano Brighi e Greco lo sarà sino all´ultimo secondo di recupero. Ma nella ripresa la Roma non rientra in campo. Errore di Julio Sergio sul sinistro dalla distanza di Moscardelli: il portiere, ingannato dal rimbalzo, vede solo la palla scavalcarlo al sedicesimo. Ranieri fa uscire Greco: tocca a Taddei che non incide. Dopo la mezz´ora fuori Adriano: ecco Borriello. Taddei ha i piedi in campo: controfallo. Il Chievo ne approfitta subito: distrazione di Burdisso e Granoche segna il 2 a 2. Entra Menez per Simplicio, De Rossi si fa cacciare al quarantunesimo per una brutta entrata su Moscardelli. Mexes si sostituisce a Julio Sergio e salva il pari prima del recupero, ma resta lo stesso un altro viaggio a vuoto.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>