E Totti cantò: “Montella olè”

di Redazione Commenta


Dal Romanista:

«E Vincenzo Montella, e Vincenzo Montella, e Vincenzo Montella olè». Il celebre coro lo intonavano i romanisti sugli spalti del Dall’Ara, ma non solo. Il motivetto frullava per la testa anche della maggior parte dei romanisti davanti alla tv. Ma, cosa ancora più importante, c’era qualcuno che lo canticchiava seduto in panchina mentre il neo allenatore giallorosso veniva sommerso dai flash dei fotografi prima del
fischio d’inizio della partita col Bologna.  Quel qualcuno era Francesco Totti, il capitano che Montella aveva deciso di tenere, in avvio, accanto a sé nel giorno del debutto. Il motivo almeno? «Francesco sarà molto importante per noi – ha detto il tecnico a fine partita -, ma oggi la partita l’ho letta in un certo modo e la squadra a oggi non può supportare tre attaccanti in campo. E’ stata una scelta tecnica e l’ha presa molto bene».
La conferma è arrivata proprio da quel «Vincenzo Montella olè» detto da Totti, che testimonia la bontà del rapporto tra gli ultimi due campioni d’Italia di questa Roma. E magari non è un caso che Francesco a Bologna sia partito dalla panchina. Perché, sì, la partita in trasferta poteva essere più adatta a Borriello, ma anche perché tra due giorni Vincenzo farà il suo esordio all’Olimpico contro il Parma, l’avversaria di quel 17 giugno da sogno. E a quell’appuntamento con la storia vorrà farsi trovare con Totti in campo. Quel giorno segnarono tutte e tre le punte. Batistuta oggi è lontano, Montella no, ma non potrà giocare. Resta solo il capitano di allora e di oggi. Che è ancora a caccia del primo gol su azione da tre punti. Perché quelli contro Palermo e Genoa sono stati amari.E il Parma è l’occasione perfetta per voltare pagina. Lo dice la storia, che contro gli emiliani lo ha sempre visto protagonista, che gli ha sempre regalato sorrisi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>