Ranieri prepara la sfida al Basilea con un pensiero verso il derby

di Redazione 1


Ad un giorno di distanza dalla sfida di Europa League, a tener banco nei pensieri di tutti i tifosi giallorossi è la stracittadina di domenica pomeriggio. Domani sera all’Olimpico scenderà il Basilea, primatista con nove punti del girone E, ma la gara contro gli svizzeri sembra essere solo un ostacolo verso il centosessantaquattresimo derby tra campionato e coppe. La domanda è una: meglio concentrarsi alla sfida ai cugini per distanziarli ancora di più in campionato e tenerli così ancorati nelle zone basse, bassissime, della serie A, oppure cercare di concentrare tutti gli sforzi contro il Basilea e centrare la qualificazione in Europa League? A risolvere l’enigma c’ha pensato Claudio Ranieri, che oggi, durante l’infuocata conferenza nella sala stampa di Trigoria, ha dissipato ogni dubbio: “Qual’è il match più importante tra il Basilea e la Lazio? Tutte e due”. Domani sera arriverà il Basilea, sarà un match decisivo per il passaporto europeo che dovrà portare la Roma verso i sedicesimi di finale di Europa League. “In Europa vogliamo andare avanti, dobbiamo fare risultato – continua il tecnico giallorosso –  Il Basilea è una signora squadra, gioca bene, e noi la dobbiamo battere”. Anche per riscattare il passo falso dell’andata, quando gli uomini di Fink surclassarono gli undici giallorossi nella prima europea di Ranieri sulla panchina giallorosa: “Spero che saremo diversi da allora – auspica l’allenatore trasteverino – non siamo stati la vera Roma. Sono convinto che domani sera il Basilea conoscerà la vera Roma”. E per riuscirvi servirà la squadra al gran completo, anche se il turn over in vista della gara contro la Lazio è quasi obbligatorio: “Metterò la formazione migliore”, ossia Francesco Totti in campo, ma “per gli altri non rispondo”. E allora proviamo ad abbozzare una formazione, partendo dal modulo. Ma anche qui un indizio ce lo svela lo stesso tecnico: “Il 4-2-3-1? Io voglio che la squadra abbia un suo sistema di gioco, che possa far bene”. “Per me è importante che la squadra sia compatta in campo – continua Ranieri – , sia stretta, sia determinata, umile e che poi faccia vedere le tante qualità che ha”. Per riuscirvi c’è bisogno del capitano con Baptista a sostenerlo, facendo rifiatare così i due gioielli giallorossi Vucinic e Menez (in alternativa al brasiliano) e risparmiandoli in vista del derby di domenica prossima. Da non sottovalutare anche l’ipotesi di vedere Taddei sulla corsia di destra con Perrotta e la Bestia a dividersi tra la fascia sinistra e le incursioni in attacco. A difendere la porta della Roma ci penserà ancora una volta Julio Sergio anche se “Doni si sta allenando molto bene, potrebbe avere una chance”. In difesa Mexes e Burdisso potrebbero ricoprire la coppia centrale  – visto che Juan è reduce da un lungo infortunio – con Cassetti e Riise ai loro lati. De Rossi potrebbe recuperare dopo l’operazione allo zigomo ed ai calcoli renali, anche perché “Daniele è un punto di riferimento importante”. Più concreta la possibilità di un suo impiego nella ripresa; sarà così Brighi a partire titolare con Pizarro al suo fianco. Su Capitan Futuro, però“sarà importante valutare la situazione”; anche Ranieri si prenderà le prossime ore per decidere se “utilizzarlo sin dall’inizio o in corsa. Magari ha bisogno di un paio di giorni per recuperare e domenica c’è il derby”. Già, il derby. Una partita che, secondo Philippe Mexes, “si vince soprattutto con la testa perché è una partita diversa dalle altre”. Prima però c’è l’ostacolo Basilea “Io penso alla partita che arriva giorno dopo giorno. Adesso c’è il Basilea e ci concentriamo su questa partita”. Il pericolo di sottovalutare la sfida europea visto l’avversario di domenica, esiste, ed è presente nei pensieri giallorossi, ma “quando arriverà domenica ci penseremo, non vedo l’ora. Ma quella di domani è molto importante se vogliamo andare avanti in Europa”. E così preparare al meglio la partita delle partite.
CICINHO –  “Cicinho?Conoscendolo come si può dire che può avere un confronto del genere? E’ un ragazzo d’oro”. Parola di Ranieri. A tenere banco nella conferenza odierna alla vigilia della gara di Europa League contro il Basilea sono i presunti contrasti tra il tecnico giallorosso e l’esterno brasiliano avvenuti domenica scorsa. Ma i diretti interessati hanno voluto precisare: “Mi viene da ridere. Quando non ci sono notizie bisogna inventarsele. Qui c’è uno spogliatoio stupendo. Non dovete scrivere queste cose. Dovete scrivere le cose vere”, accusa Ranieri nell’inizio “movimentato” della conferenza. Non è mancata la replica di Cicinho: “Ho lasciato lo stadio contro il Bari? Si, dopo aver aspettato la fine del riscaldamento regolarmente sono andato a casa per un problema personale”. Tutto risolto allora, nessun caso si è aperto, almeno fino a domani, quando Cicinho, probabilmente, dopo il riscaldamento guarderà i suoi compagni giocare.
Federico Nobili


Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>