Porto-Roma: giallorossi eliminati in una partita già vista

di Daniele Pace Commenta

I giallorossi escono dalla Champions League, e non riescono a reggere l’urto dei propri errori. Il Porto non ha impressionato, né all’andata, né al ritorno, e questo aumenta il rammarico in una partita con un finale thrilling.

Di Francesco manda in campo l’ennesima rivoluzione, con un 3-4-3 che ha retto bene i primi 20 minuti, finché cioè non è arrivato l’ennesimo errore banale che ha aperto la strada al primo gol dei Portoghesi. La Roma riesce a raddrizzare la partita grazie ad un rigore di De Rossi, freddissimo, guadagnato da un buon Perotti. Sul finale del primo tempo però, il capitano, il più brillante, esce per infortunio.

Secondo tempo

Si riparte con la Roma che tiene bene, per dieci minuti, fino ad un altro errore banale, di Pellegrini, che fa capire agli spenti Portoghesi che si può vincere. Arrivano così tre azioni consecutive da gol, con l’ultima che riporta il Porto in vantaggio con Marcano che si addormenta su Marega.

La partita va avanti con due soli brividi, uno per parte, fino ai supplementari, dove succede invece un po’ di tutto. Le squadre sfilacciate iniziano a concedere molto spazio, ma è la Roma ad avere le occasioni migliori, con due errori incredibili di Dzeko, che si divora letteralmente la qualificazione. Poi un’ingenuità di Florenzi regala il rigore al Porto, a due minuti dalla fine dei supplementari, concesso con il Var. var che non viene utilizzato poi su un episodio molto dubbio su Shick. Ma pesano tantissimo i due errore di Dzeko, a tratti inguardabile, con una sceneggiata a metà ripresa.

La Roma esce con una prova di cuore, ma nulla più. È una squadra che va rifondata. Non è certamente esclusivamente colpa di Di Francesco, soprattutto quando si vedono i continui errori di giocatori che dovrebbero invece essere risolutivi.

La verità è che la squadra è stata smontata e ricostruita male, ed è allenata male. Da segnalare ancora quattro infortuni muscolari in soli due giorni, e questo sarebbe un motivo più che sufficiente per esonerare tutto lo staff tecnico.

Infine Monchi, che finora si è dimostrato inadeguato, a capire il campionato italiano. Ora resta il campionato, con il quarto posto che va assolutamente conquistato. Ma questa Roma fa paura ogni volta che gioca, e contro l’Empoli sarà già emergenza, tra infortunati e squalificati. L’ennesima della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>