Montella non fa sconti

di Redazione Commenta


Dal Messaggero:

«Sì, mi sento pronto e molto motivato». Al telefono da casa, a metà mattinata e rispondendo alla chiamata di Rosella Sensi da Trigoria, Vincenzo Montella conferma la sua disponibilità a diventare il nuovo allenatore della Roma. Traghettatore, per ora, perché nell’accordo non c’è alcuna opzione per l’anno che verrà. Anche se, come gli ha ricordato la presidentessa, non si sa mai. Il suo contratto con il club giallorosso scade il 30 giugno del 2012 e quindi non a fine stagione. «Sono orgoglioso e fiero di questo incarico. E molto determinato. Per me l’annata non è finita né compromessa». Concetti che esprime ai dirigenti e anche ai suoi ex compagni di squadra che ora dovrà guidare alla riscossa. A Bologna, domani nel tardo pomeriggio, l’Aeroplanino sarà in panchina, scomodissima per lui da calciatore. Finalmente ci andrà con il sorriso. E la nemesi vuole che dovrà gestire il turn over offensivo che lo fece arrabbiare da giocatore, sino al punto di lanciare, nella sua Napoli e nella penultima giornata del torneo dell’ultimo scudetto, una bottiglietta a Capello. «Nella Roma di oggi è diverso», disse Vincenzino in un’intervista esclusiva di qualche settimana fa a Il Messaggero, proprio sulla rotazione degli attaccanti. «Perché ora stanno fuori tutti. Dieci anni fa, restavo fuori sempre io. E non lo ritenevo giusto e mi arrabbiavo». Ripartirà da quella frase e dalla battuta che fece epoca. «Lo chiamai turn ever, proprio perché toccava sempre a me non giocare. E non è vero che segnavo solo se entravo dopo». Avrà la deroga per sedere in panchina in serie A, da iscritto al master di Coverciano e in dirittura per avere il patentino di prima. Quindi non avrà bisogno di un accompagnatore, anche se nel suo staff rivedremo qualche faccia conosciuta. Il vice sarà Aurelio Andreazzoli, il tattico di Spalletti: uomo che piace ai calciatori e professionista aggiornato. Il preparatore sarà Paolo Bertelli, pure lui collaboratore del predecessore di Ranieri. Il preparatore dei portieri sarà Guido Nanni, la new entry sarà Daniele Russo, vice di Montella nei Giovanissimi e portato a Trigoria, due anni fa, proprio dal nuovo allenatore giallorosso. In più sceglierà un altro preparatore atletico che comunicherà in queste ore al club, per migliorare i lavori individuali dei giocatori, soprattutto sulle distanze brevi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>