Metamorfosi Roma

di Redazione Commenta


Dal Tempo:

Claudio Ranieri si gode la metamorfosi di questa pazza pazza Roma, anche ieri capace di tutto e il suo contrario. Come far riaprire per due volte una partita che sembrava già chiusa e impacchettata. «Non mi sento di rimproverare nulla alla squadra – è la difesa pubblica del tecnico – abbiamo fatto una partita intelligente, facendo girare palla e affidandoci a Greco e Simplicio. Poi, contro una squadra come la Fiorentina, ci sta che Gilardino e D’Agostino possano inventarsi in qualsiasi momento due prodezze e fare gol». Tredici punti nelle ultime cinque giornate: adesso l’andatura della Roma è di tutto rispetto. «Dobbiamo continuare così e battere il ferro finchè è caldo. Ora si vedono i frutti del nostro lavoro, siamo più quadrati. Io sono sempre lo stesso di prima, non sono cambiato. Difficile dire se siamo ritornati in corsa per lo scudetto, noi vogliamo solo andare più in alto. C’è più rimpianto per la partenza ad handicap che soddisfazione per questa piccola rimonta».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>