Mercato Roma: giallorossi con un sogno montenegrino. Steke-Fulham di nuovo possibile. E Caprari…

di Antonio Commenta


Il mercato della Roma è in continuo fermento ultimamente. Si cerca di dare continuità ad un progetto iniziato due anni fa che fino ad oggi non ha dato i frutti che i sostenitori giallorossi si aspettavano, per una serie di motivi. Ma con una possibile vincita della Coppa Italia e con un mercato estivo da top club, tutto cambierebbe.
La Roma ha ora un sogno per l’attacco. Un sogno che costerebbe molto, ma che nella sua squadra attuale ha sempre fatto la differenza ma ha sempre dato l’idea di avere ancora margini di crescita: un sogno che corrisponde al nome di Stevan Jovetic. La Roma starebbe seriamente pensando al suo acquisto e per dimostrare che non scherza sarebbe disposta all’acquisto del cartellino mettendo sul piatto Osvaldo (tra l’altro già ex viola, ndr), Bertolacci per cui Montella stravede, e ben 10 milioni di euro. Per il montenegrino sarebbe pronto un contratto di quasi 3,5 milioni a stagione e visto che sembra non essere più felicissimo in Toscana, potrebbe accettare l’offerta.
Il Fulham torna alla carica per Maarten Stekelenburg, già vicino al trasferimento a Londra durante la sessione invernale di mercato con quella scena incredibile del volo aereo inutile del giocatore, visto poi il mancato accordo in tempo utile tra i due club. Il portiere potrebbe lasciare la Roma a fine stagione: sull’ex Ajax ci sono anche Valencia e Inter (nel caso cedesse Handanovic), ma secondo il Daily Mail la società inglese potrebbe assicurarsi l’estremo difensore olandese anticipando dunque la concorrenza proveniente da Spagna e Italia offrendo 5 milioni per il suo cartellino. In questi giorni se ne dovrebbe sapere sicuramente di più.
Chiusura dedicata infine ad un prodotto del vivaio giallorosso, un talento classe 93 che a Pescara ha disputato una buona stagione e domenica ha anche timbrato il più classico dei gol dell’ex (senza però esultare) contro la sua Roma, Gianluca Caprari. L’esterno è in comproprietà ma la dirigenza sarebbe intenzionata a riscattarlo, magari offrendo agli abruzzesi qualche giovane da far crescere nella Serie B nel caso che il Pescara retrocedesse.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>