Calciopoli – Luciano Moggi radiato dal calcio italiano

di A.B. 1

Notizia dell’ultima ora: Luciano Moggi radiato (squalifica a vita) dal calcio nazionale, non potrà ricoprire più alcun ruolo di nessun tipo. L’ex dirigente della Juventus, interessato in maniera diretta dal processo noto con il nome di Calciopoli, è da sempre considerato il vertice della cosidddetta cupola del calcio che è stata accusata di aver manovrato e indirizzato l’andamento degli ultimi campionati calcistici.
A decretare la sentenza è stata la Corte di giustizia della Federcalcio, la quale ha precisato che “la preclusione da ogni rango o categoria debba ritenersi implicita come effetto ex lege. Si ritiene che il provvedimento di preclusione debba ritenersi implicito nelle decisioni con cui gli organi della giustizia sportiva, dopo aver irrogato la sanzione della sospensione nella misura massima, si sono pronunciati nel senso della particolare gravità delle infrazioni“.
SEGUONO AGGIORNAMENTI.

Commenti (1)

  1. La radiazione di Moggi, Giraudo e Mazzini è anacronistica e rilegata alla sentenza di calciopoli 2006, tale radiazione è stata congeleata per quasi quatro anni (?), solo oggi su richiesta specifica del Presidente Abete (strana e dubbia la tempistica della richiesta del parere in questo momento alla Corte di Giustizia Federale) si è sollecitata la Corte di Giustizia Federale, che visto il cambiamento dell’assetto della Giustizia Sportiva, ha collegato e rimesso all’ex sentenza 2006 Processo calciopoli la radiazione dei soggetti di cui sopra. I soggetti radiati Moggi, Giraudo, Mazzini e la stessa Federazione, considerando gli ultimi avvenimenti Processuali di Napoli, possono in base l’articolo 39 Codice Giustizia Sportiva (vedi caso Guardiola), che permette la rivisitazione e la revisione del processo calciopoli 2006, possono in futuro (dopo indagini calciopoli 2 con relativa conclusione, dopo sentenze di Processo calciopoli Napoli e/o Appello Processo Giraudo), ricollocare con la giustica tempistica l’anacronistica radiazione 2006

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>