Liverpool-Roma 5 a 2: serve l’impresa, e impresa sarà

di Daniele Pace Commenta

liverpool.roma

Vogliamo Kiev…. Lo diciamo senza mezzi termini. La Roma di Liverpool è stata nettamente peggiore di quella di Barcellona, dove aveva dimostrato di poter tener testa ad una delle migliori squadre del mondo.

Il Liverpool ha saputo approfittare di un’ora di smarrimento, ma al ritorno vogliamo lo stesso spirito di Roma-Inter, finale di Coppa Uefa, quando i giornali titolavano “Una notte da lupi”.

Vogliamo una notte da lupi, tra sette giorni. Vogliamo una Roma diversa, che non molli alla prima difficoltà. Che non si accontenti della semi-finale. Kolarov aveva dichiarato alla vigilia che la Roma aveva il dovere di provarci. Adesso vogliamo la decisione della squadra.

Il futuro in Champions

De Rossi era molto più deluso e rinunciatario del dopo Barcellona. Sembrava più tonico. Stavolta tocca ai tifosi. Stavolta sono i tifosi, da domani, a creare l’ambiente, a crederci, come dopo Roma-Dundee, con quel due a zero inaspettato.

Da domani dovremo essere tutti a Trigoria, a sostenere e spingere la squadra, alla nuova impresa. Un’impresa diversa da quella col Barcellona. Sembrava impossibile anche con i Catalani. Ma stavolta è diverso. Stavolta è il Liverpool, una delle squadre più dolorose, se non la più dolorosa, della storia del club. Stavolta serve il 200%, stavolta serve non solo un’impresa, ma anche una vendetta, e uno spirito libero!!!

Insomma, rotti ma vivi, più di Roma-Barcellona, ma il Liverpool, se vorrà andare in finale, dovrà soffrire!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>