L’addio a DDR: Perotti salva la festa. I tifosi salutano un capitano sereno

di Daniele Pace Commenta

de rossi

L’addio a DDR è stato salvato, almeno nel risultato, da un gol di Perotti a un minuto dalla fine. Sarebbe stata una festa con un pareggio, anche se la Roma aveva già l’Europa League acquisita. È stata comunque una partita strana, come doveva essere. Pochi guardavano i giocatori, quasi tutti solo De Rossi, così come le telecamere.

La serenità di DDR

La cosa che più ha colpito è stata la serenità e i sorrisi del calciatore e grande capitano. Pochissime lacrime, una festa sobria e grande ottimismo. Un giro di campo, lungo. Nessun discorso ma tanti sorrisi ai tifosi. De Rossi è stato sempre lucido in queste due settimane. Il più lucido, forse l’unico.

Intanto Gasperini, probabilissimo prossimo allenatore sulla panchina giallorossa, da Reggio Emilia, appena dopo aver conquistato la Champions con l’Atalanta, svelava un retroscena sul capitano, che a gennaio gli avrebbe chiesto di poter seguire i suoi allenamenti per imparare il mestiere.

Allo stadio gli striscioni e i cori erano tutti per lui, ma i tifosi hanno voluto ringraziare anche un mister Ranieri molto emozionato.

Un altro capitolo della storia romanista si chiude, malinconicamente per i tanti tifosi, che vedono partire un figlio, un fratello e uno di loro, appena due anni dopo l’addio del giocatore più forte della storia del club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>