La cura Ranieri funziona e Totti corre verso il recupero

di M.V. Commenta


“Il bilancio di questi 50 giorni è positivo”. E’ contento Claudio Ranieri. E’ felice di questo suo primo periodo romano, di come la sua Roma ha raggiunto il pareggio in terra inglese. “Stiamo lavorando bene: si vedono grinta e carattere. I ragazzi non si arrendono mai, questo è importante. Ora la Roma è capace di rimontare le gare, cosa fondamentale”. Già, la Roma non si arrende mai e questo è uno dei punti distintivi di passaggio dalla vecchia squadra alla nuova formato trasteverino: in ogni minuto può arrivare la zampata decisiva per una rete allo scadere. E’ successo così sulla sponda del Tamigi 24 ore fa, così come accadde nella prima apparizione della Roma guidata da Ranieri: a Siena una bomba di Riise allo scadere diede il successo ai giallorossi e così anche ieri quando un altro difensore – Andreolli – con una magia ammutolì il Craven Cottage. La Roma sta prendendo sempre più le caratteristiche del suo allenatore: determinazione, grinta e voglia di non mollare mai. La squadra giallorossa ha conquistato quattro vittorie, tre pareggi e due sconfitte (contro Basilea e Milan) in nove match da quando l’allenatore romano siede sulla panchina del club di Trigoria. Quindici punti conquistati tra campionato ed Europa League, di cui nove sono giunti in rimonta e nei minuti finali. E’ successo così anche nell’ultima vittoria casalinga in serie A contro il Napoli, quando capitan Totti, con una doppietta, rimontato l’iniziale vantaggio di Lavezzi. Il trend segue la linea portata avanti anche a Palermo e Catania: due pareggi su due campi difficili (per condizioni climatiche e ambientali) raggiunti proprio in prossimità del triplice fischio finale. La cura Ranieri sta avendo effetto. Dello stesso avviso anche Nicolas Burdisso, che nel dopo gara di Fulham-Roma ha detto:“Ora lavoriamo con la massima attenzione. Dobbiamo migliorare in tante cose. Questo pareggio ci può aiutare, la cura Ranieri funziona”. Ma non c’è un attimo di respiro, già domenica scenderà all’Olimpico il Livorno del neo tecnico Cosmi. Il tecnico giallorosso non ha mai affrontato Cosmi in competizioni ufficiale e per battere l’ultima in classifica ha bisogno del miglior Vucinic.Sul momento del montenegrino proprio lo stesso tecnico ha affermato: ”Gran giocatore, voi lo conoscete meglio di me, ha grandi qualità. Lavorerà per migliorare”. Vucinic deve prendere la Roma sulle sue spalle e dimostrare il proprio valore in queste partite in cui la Roma dovrà fare a meno di Totti. Il capitano questa mattina, accompagnato dall’amico e preparatore atletico Vito Scala e dal fisioterapista Silio Musa, si è sottoposto ad una visita a Villa Stuart per valutare le condizioni del menisco del ginocchio destro. Totti all’uscita dalla clinica romana ha dichiarato ai cronisti presenti: “Come sto? Bene, ora vado ad allenarmi a Trigoria. Se rischio l’operazione? Gli altri ne parlano. Io non ne avevo mai parlato, non l’ho mai presa in considerazione. Quando torno? Non lo so, mi alleno poi vediamo”. E nel pomeriggio ha effettuato 30 minuti di corsa leggera a Trigoria. Il capitano corre verso il recupero.
I NUMERI DI ROMA-LIVORNO
– Domenica 25 ottobre, allo ore 15,00, lo stadio Olimpico sarà lo scenario di Roma-Livorno, gara valida per la nona giornata del campionato italiano di serie A. Sono diciannove i precedenti tra le due formazioni con il bilancio che vede quattro pareggi e altrettante vittorie giallorosse. Il Livorno non ha mai centrato il successo lontano dalle mura amiche nei precedenti 8 incontri disputati. Sette pareggi e 13 sconfitte è il bilancio degli amaranto nelle ultime 20 giornate disputate in serie A: l’ultima vittoria toscana in massima divisione è datata 2 marzo 2008, 1-0 contro il Catania. Il Livorno non segna fuori casa da 312 minuti, l’ultima rete è stata firmata da Lucarelli al 48’di Napoli-Livorno (3-1 il risultato) del 30 agosto scorso. Antonio Candreva festeggerà la centesima gara in carriera: 10 presenze nella massima divisione, 64 in quella cadetta, 16 in C-1, 8 in coppa Italia, 1 nei playoff di serie B. Candreva, romano e romanista dichiarato, potrà festeggiare così la centesima maglia nello stadio Olimpico, il suo stadio. Speriamo però che i tifosi della Sud potranno assistere ad un’altra festa, quella della ritrovata vittoria della Roma.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>