Germania-Italia: De Rossi giganteggia per ’90

di Redazione Commenta


Dal Romanista:

C’è sempre un Rossi sulla strada della Germania. Ieri si chiamava Paolo, oggi Giuseppe, ma il risultato non cambia. I tedeschi non ci battono ormai da sedici anni e l’1-1 di ieri in casa loro deve averli fatti arrabbiare parecchio. A Dortmund, poi, l’ultima volta l’Italia aveva trionfato nella semifinale dei Mondiali del 2006. Nella soddisfacente prestazione degli azzurri spicca la prestazione di De Rossi, sempre più leader di questa nazionale e protagonista di un’ottima partita, la sua sessantatreesima in azzurro, grazie alla quale ha eguagliato Causio e Donadoni. Certo, Prandelli poteva anche evitagli di giocare gli interi 90’ più recupero, perché sabato c’è pur sempre Roma-Napoli, ma vederlo giganteggiare nel centrocampo azzurro in cui gli altri stentavano a prendere in mano la situazione deve aver indotto il Ct a rinunciare ad ogni calcolo per portare a casa un risultato che ha fatto stra-felici i circa seimila italiani sugli spalti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>