ESCLUSIVA asromalive.com. C. Nesti: “Futuro? Dipende se la dirigenza vuole Roma o Rometta. La squadra ha bisogno di…”

di Antonio Commenta

Asromalive.com ha intervistato in esclusiva il noto giornalista sportivo Carlo Nesti. L’ex commentatore RAI ha parlato del futuro romanista, indicando quello di cui avrebbe bisogno la Roma  a livello societario e di calciomercato e parlando di alcuni singoli. Questo il contenuto delle sue dichiarazioni:

Secondo Lei la Roma, dopo queste due stagioni nelle quali è rimasta fuori dall’Europa e ha avuto una classifica poco soddisfacente, ha bisogno di una rifondazione o pensa possa tornare alla ribalta anche con questa rosa ma con degli ovvi ritocchi?
Qui siamo in ballo con una svolta “epocale”. Resta De Rossi? Penso di no. Resta Totti? Penso di sì, ma motivato molto più dal Mondiali 2014, che non dalla permanenza a Roma. La vera domanda è: i proprietari vogliono costruire una “Roma”, o una “Rometta”?
Pensa che questa dirigenza abbia sbagliato qualcosa in questo biennio, e se si, cos’ha sbagliato?
Ha sbagliato nel tenersi a distanza… chilometrica da Roma. Ha sbagliato nel non parlare chiaro sugli obiettivi, ai tifosi. E ha sbagliato nello scegliere Zeman, sperando di sopperire, con un nome affascinante in panchina, a programmi incerti per l’avvenire.
Marquinhos è arrivato in Italia quest’estate e a 18 anni ha stupito tutti, fino ad attirare l’attenzione, si dice, di club come il Barcellona. Pensa che possa diventare il nuovo Thiago Silva?
A 18 anni, è più facile dare giudizi attendibili, a livello di sudamericani, su argentini e uruguayani, che maturano, umanamente, prima. Marquinhos ha tutti i requisiti per diventare un grande difensore, ma, sulla base di esperienze passate, non esistono certezze assolute.
Di cos’avrebbe (o di chi avrebbe) bisogno la Roma per tornare grande?
Credo che sarebbero fondamentali un portiere affidabile, l’affermazione di Marquinhos, il ritorno del vero De Rossi (ne dubito), la continuità di Lamela, e l’esplosione di Destro, oltre a un Totti disponibile, senza drammi (ne dubito), a rimanere, talvolta, in panchina.
La telenovela Allegri non si chiude. E’ giusto aspettarlo o ci potrebbero comunque essere altri allenatori che potrebbero essere validi per la Roma?
E’ giusto aspettarlo, al massimo, ancora una settimana. Secondo me, il Milan commetterebbe un errore, a tutto vantaggio della Roma, nel liquidarlo. In alternativa, l’ideale sarebbe dare a Guidolin, finalmente, una chance su una maxi-piazza, ma non so quanto costi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>