De Rossi su Ranieri: “E’ normale un po’ di amarezza”

di Redazione Commenta


Dal Messaggero:

«Ci stiamo ritrovando» avverte Perrotta, per dar forza al successo di Lecce. Perché tengono banco ancora le accuse di Ranieri, costretto nel pomeriggio di ieri alla triste retromarcia («Totti e De Rossi non vanno lasciati soli» e altre sviolinate a richiesta). E’ Daniele, in assenza di Francesco, a replicare al tecnico uscente, difendendo proprio il capitano: «Non è facile giudicare le sue dichiarazioni, non è giusto che lo faccia io, perchè abbiamo una partita troppo importante martedì, ma a Roma tutta l’attenzione è spostata sulle sue interviste. E’ una persona che poteva diventare uno dei più importanti della storia della Roma. Quest’anno c’è stato qualche nervosismo ma era dovuto ai risultati che non arrivavano. Non penso che ci siano persone sole, tanto meno il simbolo di questa squadra, uno che la trascina da quindici anni. Non è una cosa vera, ma ognuno ha la sua opinione. Poi il mister spiegherà meglio. E’ normale che dopo le dimissioni ci sia amarezza». Aggiunge sull’attualità: «L’aria è sempre quella, c’è entusiasmo. Ma anche il rammarico per i tanti punti persi nel finale. Quest’anno il campionato è così purtroppo, speriamo di non ripetere certi scivoloni. Ci stavamo andando vicino pure qui». Spiega che cosa ha detto a Borriello: «Il rigorista è Pizarro». Da capitano. Pure Montali si dedica a Ranieri. «Quale dichiarazione devo commentare? Ne fa una al giorno. Non ci riconosciamo nelle parole dette da lui, capiamo la sua amarezza, è un tifoso della Roma, voleva coronare un sogno con questa squadra. Ha detto di aver vissuto un anno e mezzo fortunato, ma tutto era rimasto come prima, la società e la squadra. Comunque non voglio fare polemica, nel calcio bisogna avere un atteggiamento distaccato. Vorremmo dire tante cose ma come società non lo facciamo per una questione di stile». Meglio parlare di Montella: «Noi abbiamo un allenatore che sta lavorando bene, siamo contenti per i sette punti in tre gare e per l’approccio che ha avuto. Sono felice per l’atteggiamento e i comportamenti dell’allenatore e della squadra. La vittoria contro il Lecce è molto importante, ora dovremo fare l’impresa a Donetks. Andiamo lì con coraggio».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>