Cassetti: “Totti ormai è leggenda, triste che un giorno dovrà smettere”

di Mattia83 Commenta


Durante l’era Spalletti Marco Cassetti era un vero e proprio jolly difensivo a disposizione del tecnico toscano, in quanto era in grado di disimpegnarsi tanto come terzino che, all’occorrenza, come difensore centrale; i tifosi della Roma lo ricordano, non solo per l’impegno e l’umiltà con cui scendeva in campo, ma soprattutto per il gol con cui il 6 dicembre del 2009 decise il derby con la Lazio. Nei sei anni vissuti con la maglia della Roma Cassetti ha vinto due Coppe Italia e una Supercoppa ma soprattutto, come lui stesso ha detto a Tele Radio Stereo, ha avuto modo di giocare insieme a quello che, alla luce dei 226 gol realizzati che lo collocano in seconda posizione nella classifica dei bomber del campionato italiano di tutti i tempi alle spalle del solo Piola, può essere considerato a buon diritto uno dei più forti giocatori ad aver calcato un campo di calcio in Italia, vale a dire Francesco Totti. In occasione dell’anniversario del ventesimo anno in Serie A del suo ex capitano, Cassetti ha voluto esprimere i suoi complimenti al numero 10 giallorosso. “Venti anni di Francesco Totti sono tanti, soprattutto per i romanisti. La cosa più tristeha sottolineato Cassettiè che un giorno dovrà smettere. Ma non possiamo dimenticare quello che ha fatto in questi venti anni e quello che sta facendo ancora oggi a 36 anni. Ha avuto infortuni gravi ma ne è uscito grazie alla sua forza di volontà, al suo amore per il calcio e per la Roma, ma non solo, perché anche in Nazionale ha dato sempre il suo apporto. Ormai è una leggenda“.

L’ex terzino giallorosso ha ricordato, inoltre, che fu proprio lui a fornire l’assist a Totti per uno dei più bei gol che il capitano ha realizzato in carriera, ossia la rete messa a segno al volo di sinistro da posizione molto defilata realizzata contro la Sampdoria  il 26-11-2006; un gol talmente bello e impossibili che anche i tifosi blucerchiati si alzarono in piedi per applaudire il fuoriclasse della Roma. “Il gol a Genova? Da buon alchimista trasformava un cambio di gioco in gol. Negli spogliatoi ho detto ai compagni – ha detto Cassetti – che potrò vantarmi con i miei nipoti per aver fatto l’assist ad uno dei gol più belli di Totti. Il mio augurio è che possa continuare a questi livelli ancora per qualche anno e riuscire a battere i record che ha in mente lui, ma io sono convinto che lo possa fare tranquillamente”.

Maciej Lesiewicz


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>