Per Montella si tratta, nodo Caprari col Pescara

di Redazione Commenta


Che per la Roma fosse una settimana cruciale lo si era capito già ieri, quando Franco Baldini e Walter Sabatini hanno iniziato a stringere i tempi per il nuovo allenatore. Il nome che rimane in pole è sempre quello di Vincenzo Montella, che però pare abbia chiesto un contratto da 1,5 milioni all’anno.

La richiesta, sommata alla resistenza di Pulvirenti, ha frenato una trattativa che sembra cosa fatta. Da Trigoria fanno sapere che il mister del Catania non è l’unico della lista.

In lizza ce ne sarebbero altri, fra cui Villas Boas, che però vuole un contratto faraonico. Altri (che esistono davvero) sono stati nascosti molto bene dalla società giallorossa.

La scelta della nuova guida tecnica blocca anche il mercato. La Roma sta seguendo molti giocatori, ma fin quando non sarà sicura di chi allenerà Totti e compagni, non potrà chiudere nessuna operazione, sia in entrata che in uscita.

Un nome su tutti, quello di Osvaldo, che potrebbe andare al Napoli se Montella (o chi per lui) dovesse avallare la sua cessione. Ieri è emerso anche un problema Caprari. Il ds del Pescara Delli Carri ha fatto sapere che la società abruzzese intende riscattare la metà del giocatore.

Fin qui normale routine, se non fosse che il dirigente del Delfino ha rivelato che la Roma non ha diritto al controriscatto. Risultato? Caprari è in comproprietà libera.

Photo credits | Getty Images


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>